WiFi4EU – Nuovo bando

WiFi4EU

Il terzo bando WiFi4EU, finanziato dal Meccanismo per collegare l’Europa – settore telecomunicazioni promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi per i cittadini negli spazi pubblici, fra cui parchi, piazze, edifici pubblici, biblioteche, centri sanitari e musei, nei comuni di tutta Europa. Il bando rimarrà aperto soltanto per una giornata, pertanto, sarà possibile presentare la candidatura per il proprio Comune a partire da giovedì 19 settembre dalle ore 13:00 e non oltre venerdì 20 settembre alle ore 17:00. 

I comuni (o enti equivalenti) dell’UE e i paesi SEE (Islanda e Norvegia) che parteciperanno alla selezione saranno sovvenzionati per l’installazione di hotspot WiFi con lo scopo di diffondere una connettività gratuita e migliorare l’accesso ai servizi online colmando il divario digitale soprattutto nei centri rurali e periferici.

L’iniziativa WiFi4EU ha una dotazione di budget di 26,7 milioni di euro e offre ai comuni la possibilità di richiedere un buono per un valore di 15.000 euro utile per l’installazione di apparecchiature WiFi gratuite e ad accesso libero (“one-click to connect”) negli spazi pubblici all’interno dei Comuni che non sono già dotati di un hotspot WiFi gratuito.

 Modalità di presentazione della domanda:

Le domande devono essere presentate elettronicamente tramite il portale WiFi4EU previa registrazione del Comune e devono essere accompagnate dalla “prova di approvazione”, da parte del rappresentante legale del Comune (Sindaco), dalla copia dell’atto di nomina dello stesso e dalla sua carta d’identità.

Sul portale WiFi4EU devo essere registrati anche i fornitori di servizi indicando dove operano, così i comuni potranno consultarne l’elenco ed eventualmente avvalersene per le proprie procedure d’appalto.

 Procedura di selezione:

i buoni saranno assegnati secondo il principio “prima arrivato, prima servito”, in base alla registrazione cronologica elettronica, ma anche in base alla corretta presentazione della domanda attraverso il portale WiFi4EU. Inoltre, per garantire un’equa distribuzione geografica del finanziamento il numero totale di buoni per Stato membro e paese SEE (Islanda e Norvegia) non deve superare l’8% del bilancio previsto dall’invito.

Per ulteriori informazioni si invita alla lettura del testo del bando e alla documentazione collegata disponibile sul sito dell’INEA (Agenzia per l’innovazione e le reti), responsabile della gestione del bando e alla consultazione del sito dedicato.

Gli organizzatori sottolineano che nel bando precedente, pubblicato lo scorso aprile, per i 3.400 voucher da assegnare sono arrivate 10.000 domande, e che il 98% dei voucher disponibili sono stati assegnati nei primi 60 secondi di apertura del bando.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.