Europa Creativa – Call Cooperazione 2020

europa-creativa
E’ possibile presentare fino al 27 novembre 2019 la propria candidatura per il bando Cooperazione del Programma Europa Creativa. Le proposte progettuali devono riguardare la promozione transnazionale di artisti e/o operatori culturali, l’incremento dell’accesso alle opere culturali e creative con un focus su bambini, la promozione dei valori europei condivisi, la reciproca comprensione e il rispetto per le altre culture. 
Le priorità su cui sviluppare le proposte progettuali sono le seguenti:
  • Promozione della mobilità transnazionale di artisti e/o operatori culturali e creativi finalizzata alla cooperazione internazionale e alla internazionalizzazione delle professioni
  • Rafforzamento dell’audience development e incremento dell’accesso alle opere culturali e creative con un focus su bambini, giovani, persone con disabilità e gruppi sottorappresentati
  • Ottimizzazione delle competenze professionali degli operatori culturali attraverso lo sviluppo di nuove abilità per facilitare il loro accesso alle opportunità internazionali di carriera, creare condizioni per una maggiore circolazione transnazionale delle opere culturali e creative e network transfrontalieri, con uno riguardo al passaggio al digitale
  • Contributo all’integrazione sociale di migranti e rifugiati sostenendo il dialogo interculturale, la promozione dei valori europei condivisi, la reciproca comprensione e il rispetto per le altre culture
  • Eredità dell’Anno europeo del patrimonio culturale 2018 per sensibilizzare la storia comune e i valori e rafforzare il senso di appartenenza allo spazio comune Europeo

Come nelle precedenti call, i progetti dovranno rientrare in una delle seguenti tipologie:
Categoria 1 – Progetti di cooperazione su piccola scala: coinvolgono almeno tre partner di paesi diversi e possono richiedere un contributo massimo di 200 000 EUR, pari a non più del 60% dei costi totali ammissibili.
Categoria 2 – Progetti di cooperazione su larga scala: coinvolgono almeno sei partner di paesi diversi e possono richiedere un contributo massimo di 2 milioni di EUR, pari a non più del 50% dei costi totali ammissibili.

Il numero minimo di partner previsto per ciascuna categoria (3 per categoria 1 e 6 per categoria 2) deve essere costituito da operatori culturali attivi nei settori culturali e creativi.

Per ambedue le categorie la durata massima dei progetti è di 48 mesi.

Il budget complessivo per questa call è di euro 48.444.567,00, di cui circa il 40% destinato ai progetti della categoria 1.

I criteri di valutazione sono gli stessi delle precedenti call. Sono stati semplificati e migliorati il budget form e alcuni documenti da compilare e allegare alla candidatura che deve essere proposta on line, utilizzando l’apposito e-Form.

Per maggiori informazioni e per tutta la documentazione di riferimento si rimanda alla pagina della call (https://eacea.ec.europa.eu/creative-europe/funding/support-european-cooperation-projects-2020_en) e al sito del Desk Culturahttp://cultura.cedesk.beniculturali.it/europa-creativa.aspx che sarà a breve aggiornato.

Per qualsiasi chiarimento è possibile contattare il Desk Cultura del Programma scrivendo alla posta elettronica europa.creativa.cultura@beniculturali.it ed ai seguenti numeri: 06 67232939 – 06 67232081 – 0667232082 – nei giorni e negli orari dedicati all’help desk telefonico:
Martedì dalle 11.00 alle 13.00.
Mercoledì dalle 15.00 alle 16.30.
Giovedì dalle 12.00 alle 13.00.

NOTIZIA RIPRESA DAL SITO ISTITUZIONALE DEL MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI

 

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.