Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Elezioni e referendum
Elezioni
La Regione gestisce direttamente le procedure relative alle elezioni regionali ed ai referendum regionali. La data delle elezioni provinciali e comunali è fissata con decreto dal Presidente della Regione.
elezioni e referendumReferendum del 17 aprile 2016 Perché il referendum sia valido occorre che vada a votare almeno il 50% più uno degli aventi diritto al voto e che la maggioranza dei votanti si esprima con un Sì.
palazzo regione bandiere a mezz'astaElezioni Amministrative 2016, la Giunta fissa data convocazione al 5 giugno Le elezioni si terranno domenica 5 giugno dalle 7 alle 23. Il 19 giugno 2016 è previsto lo svolgimento dell’eventuale turno di ballottaggio per l’elezione diretta dei sindaci.
elezioni e referendumGiunta: elezioni, in Sardegna si va al voto il 31 maggio. Ballottaggio il 14 giugno Le elezioni amministrative in Sardegna sono state fissate al 31 maggio 2015. L'ha deciso la Giunta regionale su proposta dell'assessore degli Enti Locali, Cristiano Erriu.
referendumComunali 2014, contributi agli elettori sardi residenti all'estero In vista delle prossime elezioni comunali fissate per le date del 25 maggio 2014 e dell’8 giugno per l'eventuale turno di ballottaggio, gli elettori sardi residenti all’estero hanno diritto a un contributo fino ad un massimo di 250 euro per gli elettori provenienti da paesi europei e 1.000 euro per gli elettori provenienti da paesi extraeuropei.
ElezioniRegionali 2014 - Dg Presidenza, scheda e modalità voto fissati da legge Per quanto riguarda la scheda, quella adottata - che riproduce puntualmente quanto stabilito dall'art 9 della legge statutaria elettorale, la n. 1 del 2013 - si trova come allegato, come facsimile e con accanto le specifiche tecniche, nella legge regionale n. 16 del 26 luglio 2013, che fissa le norme amministrative del procedimento e delle votazioni per l'elezione del presidente della Regione e del Consiglio.
Palazzo della RegioneRegionali Sardegna - Presidente, dato finale: Pigliaru 42,44% e Cappellacci 39,65% Il dato finale è stato comunicato dall'Ufficio Elettorale anche se mancano ancora otto sezioni sui 1828. In queste otto (ritenute, comunque, ininfluenti per il risultato) si è preso atto che non era possibile per problemi e contrasti sull'assegnazione dei voti chiudere le operazioni e i presidenti hanno quindi deciso di inviare tutta la documentazione ai Tribunali delle circoscrizioni.
ElezioniRegionali Sardegna 2014 - Rallentamento spoglio per complessità procedure legge E' vietato eseguire lo scrutinio dei voti di preferenza separatamente dallo scrutinio dei voti di lista; è vietato eseguire lo scrutinio i voti di lista separatamente dallo scrutinio dei voti per il candidato alla carica di Presidente della Regione". Questa è una delle disposizioni, inserite nella legge regionale n. 7 del 1979 per l'elezione del Consiglio Regionale della Sardegna, che sta rallentando, di fatto, le operazioni di spoglio e l'invio dei dati dai Comuni al servizio elettorale della Regione.
1-10 di 98

ricerca avanzata