Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


2000-2006
I fondi strutturali costituiscono i principali strumenti finanziari di cui si avvale l’Unione Europea per perseguire la "coesione economica e sociale" tra le varie regioni europee.

Per la Programmazione 2000-2006 i Fondi Strutturali sono quattro:
- Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) promuove la coesione economica e sociale attraverso la correzione dei principali squilibri regionali esistenti nell’Unione Europea. Il FESR sostiene le iniziative di sviluppo locale, la ricerca e l’innovazione tecnologica, lo sviluppo delle reti materiali e immateriali nel rispetto dei principi di sostenibilità ambientale e delle pari opportunità.

- Il Fondo Sociale Europeo (FSE) previene e combatte la disoccupazione, favorisce lo sviluppo delle competenze delle risorse umane e l'integrazione sociale nel mercato del lavoro, promuove la parità tra uomini e donne, lo sviluppo sociale e duraturo e la coesione economica e sociale.

- Il Fondo Europeo Agricolo di Orientamento e Garanzia (FEAOG) si suddivide in due sezioni: la sezione Orientamento (regioni dell’Obiettivo 1) e la sezione Garanzia (zone fuori dall’obiettivo 1).
La prima finanzia progetti volti al miglioramento delle strutture di produzione, trasformazione e vendita di prodotti agricoli. La sezione Garanzia finanzia le misure di sostegno dei prezzi e di stabilizzazione dei mercati.

- Lo Strumento Finanziario di Orientamento alla Pesca (SFOP) è riservato all’attuazione della Politica Comune della Pesca (P.C.P.) e contribuisce al conseguimento di un equilibrio duraturo tra gestione e sfruttamento delle risorse ittiche, la trasformazione e commercializzazione dei relativi prodotti.

La programmazione consiste nell’insieme dei processi di organizzazione, decisione e finanziamento volti ad attuare, in un arco pluriennale, l’azione congiunta dell’Unione Europea e degli Stati membri. L’attuale periodo di programmazione è di 7 anni (2000-2006). La Sardegna, per il periodo 2000-2006 rientra tra le regioni dell’Obiettivo 1, insieme a Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Il Quadro Comunitario di Sostegno (Q.C.S.), documento programmatico approvato dalla Commissione Europea d’intesa con lo Stato membro, si attua attraverso i Programmi Operativi Nazionali (P.O.N.) di competenza dei Ministeri, e i Programmi Operativi Regionali (P.O.R.) di competenza delle Regioni.

La Commissione Europea, inoltre, di concerto con le Regioni, destina delle risorse ai Programmi di Iniziativa Comunitaria (P.I.C.) per risolvere i problemi di particolare interesse europeo e alle Azioni Innovative, azioni pilota volte a migliorare gli interventi relativi agli obiettivi comunitari e la cooperazione internazionale.
contattaci
Creative Commons License 2014 Regione Autonoma della Sardegna