Vai al contenuto della pagina
LA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN SARDEGNA

Obblighi correlati all'attivazione del contratto

Ricerca: laboratorio d'analisi
Tipologia:
Alta formazione e ricerca
Destinatari:
Imprese
Passo:
2 - Stipulare un contratto di Apprendistato
Per l’assunzione di un apprendista non è richiesta alcuna autorizzazione dalla Direzione Provinciale del Lavoro, né l’iscrizione in apposite liste di collocamento.

Il datore di lavoro è obbligato ad effettuare la comunicazione telematica preventiva di assunzione, inviando, entro le 24 ore del giorno precedente l’assunzione, il modello UNIFICATO LAV al Centro per l’Impiego competente, secondo le modalità stabilite da ciascuna Regione e Provincia autonoma.

Il datore di lavoro che intende stipulare il contratto con l'apprendistato di Alta Formazione e di Ricerca deve sottoscrivere un protocollo con l'istituzione formativa a cui lo studente è iscritto (ad es.: Istituti Tecnici Superiori; le Università e gli enti di alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM); altre istituzioni di formazione o di ricerca). Il Protocollo, che sarà redatto secondo uno schema definito con un prossimo decreto interministeriale, dovrà indicare i criteri generali per la realizzazione dei percorsi di apprendistato, i requisiti dell'impresa, il monte orario di formazione aziendale e scolastica. (Art.45, comma 2 del D.Lgs n.81/2015)


Piano Formativo Individuale (PFI)
Il contratto di apprendistato contiene in forma sintetica il Piano Formativo Individuale (P.F.I.), che definisce il percorso formativo dell’apprendista. Può essere redatto anche secondo i modelli stabiliti dalla contrattazione collettiva individuale o dagli Enti Bilaterali.

Nell'Apprendistato di alta Formazione e Ricerca, il Piano Formativo Individuale è predisposto dall'istituzione formativa di provenienza dello studente (ad es.: Istituti Tecnici Superiori; le Università e gli enti di alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM); altre istituzioni di formazione o di ricerca) con il coinvolgimento dell'impresa (Art. 42, comma 1 del D.Lgs n.81/2015).

Il PFI deve contenere:
- i dati relativi all’apprendista, al datore di lavoro, al tutor formativo e al tutor aziendale;
- ove previsto, la qualificazione da acquisire a fine percorso;
- il livello di inquadramento contrattuale dell'apprendista;
- la durata del contratto di apprendistato e l'orario di lavoro;
- le modalità di articolazione e di erogazione della formazione di competenza aziendale.

ATTENZIONE:
La contrattazione collettiva e/o gli Enti bilaterali possono definire i “modelli” (vedi esempio) da utilizzare per la predisposizione dei PFI e dettare procedure specifiche.


Tutor o Referente Aziendale
L’azienda deve individuare un tutore o referente aziendale, il cui ruolo e le cui caratteristiche sono definiti dalla contrattazione collettiva). La maggior parte dei CCNL/Accordi stabilisce che il tutor aziendale (ove diverso dal titolare dell’azienda stessa) debba possedere un livello d’inquadramento pari o superiore a quello che l’apprendista è destinato a conseguire e che debba seguire l’attuazione del PFI che egli stesso contribuisce a stilare.
Per poter accedere all'Offerta formativa della Regione Sardegna, il Tutor o Referente aziendale deve possedere l’attestato di frequenza al corso base di formazione rilasciato dalla Regione Sardegna (corso e-learning).