Vai al contenuto della pagina

Aiuti di Stato - Quadro Temporaneo

europa

Quadro Temporaneo

Con l’esplosione della pandemia di COVID-19 in Europa, la Commissione europea ha avviato alcune valutazioni finalizzate a consentire agli Stati membri di adottare gli strumenti idonei a sostenere le imprese per far fronte al grave turbamento dell’economia causato dall’emergenza sanitaria in atto, senza incorrere nella violazione delle norme sulla libera concorrenza.
In particolare la Commissione ha valutato la possibilità di utilizzare come base giuridica l'art. 107.3, lettera b) del TFUE, che inserisce tra gli aiuti che possono essere considerati compatibili con il mercato interno, gli aiuti destinati a promuovere la realizzazione di un importante progetto di comune interesse europeo oppure a porre rimedio ad un grave turbamento dell'economia di uno stato membro.
Si tratta di una disciplina che deroga alle norme generali in materia di aiuti di Stato.

Regime quadro nazionale SA.57021

Il Regime Quadro nazionale a valere sul Quadro Temporaneo degli aiuti a favore delle imprese per
fronteggiare l’emergenza COVID-19, contenuto negli articoli 54-61 del Decreto Legge n. 19 maggio 2020, n. 34 (c.d. Decreto Rilancio), è stato autorizzato dalla Commissione europea con Decisione C(2020) 3482 final del 21 maggio 2020.
Il Regime Quadro nazionale consente a Regioni, Province autonome, enti territoriali e Camere di Commercio l'adozione di misure di aiuto ai sensi della Comunicazione C (2020) 1863 final, nei limiti e alle condizioni di cui alla medesima Comunicazione, senza la preventiva notifica di cui all’art. 108 TFUE.

Articoli 54-61,D.L. 34/2020 del 19.5.2020 - testo vigente

DecisioneC(2020) 3842 final_21.5.2020 – Decisione di approvazione

Normativa e documenti

Si riepilogano di seguito gli atti normativi in materia di QT e altre norme rilevanti adottate in occasione dell’emergenza. A norma del V (e finora ultimo) emendamento, la disciplina temporanea
resterà in vigore per tutte le sezioni fino al 31 dicembre 2021.