Vai al contenuto della pagina

SU ORDINANZE DEI SINDACI ABBATTUTI 39 SUINI SIEROPOSITIVI FRA ORANI E SARULE

In agro di Sarule e Orani, già luogo di focolaio di Peste suina africana lo scorso mese di maggio, è stato effettuato un intervento di contenimento della PSA, con l’abbattimento di 39 maiali allevati regolarmente in alcune aziende locali e risultati sieropositivi al virus. L'attività si è svolta a seguito di regolari ordinanze dei Sindaci interessati e con la collaborazione del personale dei Servizi veterinari, del Corpo forestale e di Vigilanza ambientale e dell’Agenzia Forestas coordinato dall'Unità di Progetto (UdP) per l’eradicazione della PSA. Tali provvedimenti sono stati adottati per evitare il diffondersi della malattia e preservare così gli allevamenti della zona, che rispettano quotidianamente le norme igienico sanitarie in materia, dai danni derivanti dal virus. È da sottolineare la fattiva collaborazione tra le autorità locali, in particolare i Sindaci (primi responsabili della tutela della salute pubblica), la Asl di Nuoro e l'UdP, che ha consentito un tempestivo e risolutivo intervento.
"Esprimo grande apprezzamento per la collaborazione dimostrata oggi da istituzioni locali, sindaci e soprattutto allevatori, i quali hanno cooperato per gli abbattimenti dei suini, sieropositivi al virus della PSA, per garantire la sicurezza e la tutela degli allevamenti della zona". Così il responsabile dell’UdP e direttore generale della presidenza della Regione, Alessandro De Martini, ha commentato l'intervento tra Sarule e Orani.

  • CONDIVIDI SU: