Vai al contenuto della pagina

Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti (CPIA)

Il CPIA è una struttura del Ministero dell’Istruzione che realizza un’offerta formativa per adulti e giovani adulti che non sono in possesso del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione o che non hanno assolto l’obbligo di istruzione. Possono iscriversi ai CPIA:
• Adulti, anche stranieri, che non ancora in possesso del diploma di Licenza Media, intendono conseguire il titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione
• Adulti, anche stranieri, sprovvisti delle competenze di base connesse all’obbligo di istruzione
• Adulti stranieri che intendono iscriversi ai Percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana
I corsi di istruzione per adulti dei CPIA, compresi quelli che si svolgono presso gli istituti di prevenzione e pena, sono organizzati nei seguenti percorsi:

1) Percorsi di istruzione di primo livello
I Percorsi di istruzione di primo livello sono così suddivisi:
• Primo periodo didattico (licenza media)
• Secondo periodo didattico (biennio superiori)
Ai corsi di primo livello per il conseguimento della licenza media e del biennio delle scuole superiori, possono iscriversi:
• gli adulti, anche con cittadinanza non italiana, sprovvisti delle competenze di base previste dall'obbligo di istruzione (Decreto Ministeriale 139 del 2007) o del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione
• chi ha compiuto il sedicesimo anno di età e non possiede il titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione
• chi ha compiuto il quindicesimo anno di età solo in presenza di particolari e motivate esigenze e a seguito di accordi specifici tra regioni e uffici scolastici regionali
• chi ha compiuto il quindicesimo anno di età ed è sottoposto a provvedimenti penali da parte dell'Autorità Giudiziaria minorile indipendentemente dalla stipula dei suddetti accordi
• i minori stranieri non accompagnati che hanno compiuto il quindicesimo anno di età.
La licenza media è il titolo di studio che permette di accedere alla formazione professionale.

2) Percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana
I percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana sono finalizzati al conseguimento di un titolo attestante il raggiungimento di un livello di conoscenza della lingua italiana non inferiore al livello A2.
Possono iscriversi gli adulti stranieri in età lavorativa, anche in possesso di titoli di studio conseguiti nei Paesi di origine. In base agli accordi con il Ministero dell’Interno, i titoli rilasciati a conclusione dei percorsi di istruzione degli adulti sono utili:
• per essere esonerati dal test di conoscenza della lingua italiana necessario per il rilascio del permesso di soggiorno di lungo periodo (decreto 4 giugno 2010)
• come documentazione idonea per la verifica della conoscenza della lingua italiana e della cultura civica e della vita civile in Italia prevista dall’accordo di integrazione tra lo straniero e lo Stato (Decreto Presidente della Repubblica 179 del 2011).
La certificazione di lingua italiana livello A2 è riconosciuta valida dalla Prefettura per la richiesta del permesso di soggiorno UE di lungo periodo (ex carta di soggiorno)

3) Percorsi di istruzione di secondo livello (Istituto Tecnico, Professionale e Liceo Artistico)

Mentre i percorsi di istruzione di primo livello e i percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana vengono realizzati dai CPIA, i percorsi di istruzione di secondo livello vengono realizzati dalle istituzioni scolastiche di secondo grado presso le quali funzionano i percorsi di istruzione tecnica, professionale e artistica.
Ai percorsi di istruzione di secondo livello possono iscriversi:
• gli adulti, anche stranieri, che siano in possesso del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione
• coloro che abbiano compiuto il sedicesimo anno di età e che, già in possesso del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione, dimostrino di non poter frequentare il corso diurno.
I percorsi di istruzione di secondo livello sono finalizzati al conseguimento del diploma di istruzione tecnica, professionale e artistica. I percorsi di secondo livello di istruzione tecnica e professionale sono articolati in tre periodi didattici, così strutturati:
• primo periodo didattico, finalizzato all’acquisizione della certificazione necessaria per l’ammissione al secondo biennio dei percorsi degli istituti tecnici o professionali, in relazione all’indirizzo scelto dallo studente;
• secondo periodo didattico, finalizzato all’acquisizione della certificazione necessaria per l’ammissione all’ultimo anno dei percorsi degli istituti tecnici o professionali, in relazione all’indirizzo scelto dallo studente;
• terzo periodo didattico, finalizzato all’acquisizione del diploma di istruzione tecnica o professionale, in relazione all’indirizzo scelto dallo studente.
I percorsi di secondo livello hanno, rispettivamente, un orario complessivo pari al 70 per cento di quello previsto dai corrispondenti ordinamenti del primo biennio degli istituti tecnici, professionali o dei licei artistici con riferimento all’area di istruzione generale e alle singole aree di indirizzo.
La frequenza del primo periodo didattico del secondo livello consente l’acquisizione dei saperi e delle competenza previste dai curricula relativi al primo biennio degli istituti di istruzione secondaria tecnica, professionale e artistica, utile anche ai fini dell’adempimento dell’obbligo di istruzione da parte dei giovani adulti (16-18 anni), finalizzato all’assolvimento del diritto-dovere di cui al decreto legislativo 15 aprile 2005, n. 76.
Nelle istituzioni scolastiche di istruzione liceale possono essere previsti percorsi finalizzati al conseguimento di altri diplomi di istruzione liceale oltre a quello di tipo artistico.

Iscrizioni A.S. 2018/2019
Il 3 maggio scorso è stata pubblicata dal MIUR la nota ministeriale 7647 relativa alle iscrizioni ai CPIA e ai percorsi di II livello (ex corsi serali) per l’anno scolastico 2018/2019.

Il termine di scadenza per le iscrizioni ai percorsi di istruzione degli adulti è fissato di norma al 31 maggio 2018 e comunque non oltre il 15 ottobre 2018. La nota chiarisce che, tenuto conto dell’utenza, è possibile accogliere, in casi motivati, le richieste di iscrizione ai percorsi di istruzione pervenute oltre il 15 ottobre 2018. L’accoglimento di tale richieste è subordinato:
• alla definizione di criteri generali relativi alla “fattispecie che legittimano la deroga” da parte del collegio dei docenti;
• ai limiti dell’organico assegnato.

Gli adulti che intendono iscriversi ai percorsi di istruzione di primo livello e ai percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana presentano domanda di iscrizione direttamente alle sedi dell’unità amministrativa dei CPIA, anche per il tramite delle “sedi associate”.
Gli adulti, invece, che intendono iscriversi ai percorsi di istruzione di secondo livello presentano domanda alle istituzioni scolastiche presso le quali sono incardinati tali percorsi, le quali provvedono tempestivamente a trasmetterle in copia alla sede centrale del CPIA con il quale le predette istituzioni scolastiche hanno stipulato l’accordo di rete (previsto dall’art. 5, comma 2, del DPR 263/12).
La nota stabilisce che gli adulti che si iscrivono al secondo livello dell’istruzione professionale continueranno a frequentare i percorsi di istruzione in base all’ordinamento previgente a quello previsto dal decreto di riordino (D. Lgs. 61/17). Analogamente nulla cambia per il prossimo anno scolastico per i percorsi di istruzione e formazione professionale finalizzati all’acquisizione della qualifica triennale e del diploma professionale quadriennale.

PER ISCRIZIONI RIGUARDANTI I RICHIEDENTI ASILO
IN ASSENZA DI CODICE FISCALE ALFANUMERICO O NUMERO DI PERMESSO DI SOGGIORNO SI PUO' INSERIRE, IN VIA PROVVISORIA, IL CODICE FISCALE NUMERICO (PROVVISORIO) NEL CAMPO "N° RICHIESTA PERMESSO DI SOGGIORNO"

DOVE
Ogni provincia ha un CPIA di riferimento che realizza i corsi di istruzione per adulti italiani e stranieri, che abbiano compiuto i 16 anni.
Le lezioni si svolgono nelle scuole presenti nei vari Comuni del territorio.
Per iscriversi è necessario pagare un piccolo contributo e fornire copia del permesso di soggiorno.
In genere lo studente svolge un test di ingresso per valutare il suo livello di conoscenza della lingua e poter essere inserito nella classe di livello più adatta.

Consulta le sedi e i contatti dei CPIA provinciali

Consulta la nota del CPIA1 di Cagliari avente ad oggetto “Iscrizioni ai corsi del CPIA1 di Cagliari”.

Normativa di riferimento
1. DPR 263/12: Regolamento Centri Istruzione degli Adulti
2. Decreto Interministeriale del 12 marzo 2015 - Linee guida CPIA
3. Nota 16417 del 6 dicembre 2017 - Funzionamento CPIA A.S. 2017-2018. Prime indicazioni
4. Nota del 3 maggio 2018 - Iscrizioni percorsi istruzione per gli adulti 2018-2019
5. D.P.R. 14 settembre 2011, n. 179, recante il regolamento concernente la disciplina dell'accordo di integrazione tra lo straniero e lo stato, a norma dell'articolo 4-bis, comma 2, del testo unico sull'immigrazione. verifica adempimento dell'accordo. ulteriori indicazioni operative.
6. Circolare 17 marzo 2015, n.1653: ulteriori disposizioni in materia di verifica dell'adempimento degli accordi di integrazione




  • CONDIVIDI SU: