Vai al contenuto della pagina

Horizon 2020: la call per il Green Deal europeo

Combattere i cambiamenti climatici per rendere l'Europa neutrale dal punto di vista climatico entro il 2050 è una delle principali priorità della Commissione europea, che a suo sostegno intende rafforzare la ricerca e l'innovazione legate al Green Deal con l’invito specifico a presentare proposte nell'ambito dell'attuale programma di ricerca e innovazione - Orizzonte 2020.
Ulteriori iniziative di ricerca e innovazione saranno finanziate nell'ambito del prossimo programma di ricerca e innovazione dell'UE - Orizzonte Europa.

La call per il Green Deal mobiliterà la ricerca e l'innovazione per favorire una transizione sociale giusta e sostenibile che miri a "non lasciare indietro nessuno". L’intendimento è quello di supportare progetti in grado di fornire risultati tangibili in tempi relativamente brevi, affinché la ricerca e l'innovazione possano fornire soluzioni concrete per le principali priorità del Green Deal.
Questo è il motivo per cui la chiamata supporterà:
• applicazioni pilota, progetti dimostrativi e prodotti innovativi
• innovazione per una migliore governance della transizione verde e digitale
• innovazione sociale e della catena del valore

Oltre allo sviluppo tecnologico ed alla dimostrazione, l'invito incoraggia la sperimentazione e l'innovazione sociale per nuovi modi di coinvolgere la società civile e responsabilizzare i cittadini.
In relazione all'attuale pandemia, l'invito contribuirà inoltre alla ripresa verde e digitale ed all'aumento della resilienza sociale, ad esempio in agricoltura, all’accelerazione della biodiversità delle energie rinnovabili, al trasporto pulito ed alla modernizzazione verso un'industria pulita e circolare.

La call è strutturata su 11 diverse aree tematiche: otto di queste riflettono i principali flussi di lavoro del Green Deal europeo. Gli argomenti si rivolgono a innovazioni tecnologiche e sociali specifiche e di grande impatto che possono aiutare a far progredire la transizione sostenibile in tempi relativamente brevi.
Le tre restanti aree definite “orizzontali” e che hanno riguardo al rafforzamento delle conoscenze, alla responsabilizzazione dei cittadini ed alla cooperazione internazionale, attraversano le otto aree tematiche e offrono una prospettiva a più lungo termine per realizzare le trasformazioni stabilite nel Green Deal europeo.

L’adozione formale del bando Green Deal come modifica del programma di lavoro di Orizzonte 2020, la pubblicazione e l’apertura della call sono previste per metà settembre 2020.

  • CONDIVIDI SU: