Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


L'UNIONE SARDA - Politica: In corsa quasi 500 sardi Conclusa la presentazione delle liste: 23 alla Camera, 22 al Senato
22.01.2013
Tremonti capolista per la Lega. E a sorpresa spunta “Basta tasse” Al gong delle 20 in Corte d'Appello a Cagliari ieri risultavano presentate 23 liste per la Camera e 22 per il Senato. Sono 488 i candidati per le elezioni politiche del 24 e 25 febbraio, di cui 150 donne. I candidati per Montecitorio sono 327 (107 donne), 161 per Palazzo Madama (43 donne). Sono le cifre della seconda e ultima giornata utile per la presentazione delle liste. Corre soltanto per la Camera il Pli (mentre Liberalitaliani ha deciso di rinunciare), mentre soltanto per il Senato hanno presentato le loro formazioni La Base di Efisio Arbau e Basta Tasse. Quest'ultima lista, apparentata al centrodestra come i Pensionati, è la vera novità della competizione: il capolista è Ugo Paglietti. Sono 14 i consiglieri regionali in campo. Tra le forze indipendentiste, in campo anche il movimento Soberania. Nel Pdl all'ultimo secondo non ha accettato la candidatura alla Camera l'uscente Piero Testoni mentre i Radicali propongono come capolista Cinzia Irene Testa seguita da Marco Pannella. Ultima in formazione Emma Bonino. Oggi la riunione della commissione elettorale per decidere la definitiva ammissione di liste e candidati. Su Meris in particolare si dovrà decidere se Doddore Meloni sarà della partita. LA GIORNATA I rappresentanti dei partiti tradizionali si sono avvicendati per tutta la giornata al secondo piano del palazzo di giustizia percorrendo gli androni che separavano le cancellerie per la presentazione delle liste a Montecitorio e a Palazzo Madama con i faldoni delle firme e i fogli con i nomi di candidati e i simboli. Ieri per Montecitorio sono state presentate 14 liste, mentre per Palazzo Madama sono state 12 fino alle 20. Il primo a registrarsi alla Camera è stato il Mir dell'imprenditore Gianpiero Samorì (capolista alla Camera con Fabrizio Mereu di Ortacesus numero due) mentre al Senato è toccato a Forza Nuova. In serata in piazza Repubblica hanno fatto la loro comparsa Basta Tasse, apparentato con il Pdl come la lista dei Pensionati, che propone Giorgio Ibba, capolista alla Camera e Francesco Schirru a Palazzo Madama. Per il Pli, solo alla Camera, il capolista è Roberto Sorcinelli. CONTRO LA TASSAZIONE Ugo Paglietti di Basta Tasse, che si presenterà soltanto per Palazzo Madama come La Base di Efisio Arbau, una volta completati gli adempimenti, ha presentato così il movimento: «Ci battiamo contro la morsa del fisco che assale sempre e solo i cittadini. Siamo per una tassazione più equa e speriamo di poter contribuire a che ciò accada soprattutto in Sardegna, territorio già di per sé svantaggiato». IL CASO Il Pdl si è presentato, anche con qualche dirigente nazionale, verso le 17. Proprio nel partito di Berlusconi si registra subito un caso. Nella lista c'è anche il deputato uscente Piero Testoni, che però non ha firmato l'accettazione, in quanto ha atteso invano fino all'ultimo di trovare una posizione da eleggibile in un'altra regione. Smentite anche le indiscrezioni secondo cui l'ex parlamentare di origine sassarese, nipote di Francesco Cossiga, avrebbe potuto trovare ospitalità nelle liste di Fratelli d'Italia: «Testoni è persona stimabile», ha detto Antonello Liori, quando verso le 19 è apparso al Palazzo di Giustizia per la presentazione delle liste, «ma non abbiamo mai pensato di candidarlo». IL CARROCCIO SARDO Nel primo pomeriggio ha fatto la sua comparsa anche la Lega Nord che propone liste alla Camera e al Senato. Capolista alla Camera di una formazione per il resto formata da non sardi è Antioco Patta, sindacalista della Cisl, che proprio ieri ha annunciato le sue dimissioni da segretario territoriale di Oristano del sindacato. Al Senato, dietro Tremonti, il numero due è Salvatore Giorico di Alghero. IN CAMPO GIANNINO Con due ore d'anticipo sulla chiusura dei seggi ha preso il biglietto sempre davanti all'ufficio per il deposito della lista a Palazzo Madama il responsabile alla notifica di Fare per Fermare il declino, il raggruppamento di Oscar Giannino. Il capolista alla Camera è Franco Turco, al Senato Tiziana Frongia. I CAPILISTA In Fratelli d'Italia i capilista sono Giorgia Meloni alla Camera, seguita dall'assessore regionale al Lavoro Antonello Liori, e Guido Crosetto, seguito dall'ex sottosegretario alla Difesa Giuseppe Cossiga, eletto nella scorsa legislatura col Pdl. Il leader regionale di Mpa, Franco Cuccureddu è capolista per il Grande Sud alla Camera, mentre l'ex portiere di Cagliari, Torino e Verona Renato Copparoni guida la lista al Senato. I radicali di Amnistia, Giustizia e Libertà mettono Antonella Casu in cima ai candidati per Palazzo Madama e Irene Testa per Montecitorio. I CRISTIANO DEMOCRATICI In serata è stato il turno dell'Udc: al Senato con la Scelta civica di Monti, già presentata domenica, che ha come capolista il giornalista Mario Sechi; alla Camera con il capolista Lorenzo Cesa, seguito dal leader sardo Giorgio Oppi e dall'assessore regionale alla Pubblica Istruzione e Sport, Sergio Milia. I PROBLEMI DELL'MPA Grande Sud fino all'ultimo ha avuto il fiatone per il Senato. Infatti i rappresentanti dell'Mpa, che corre assieme a Micciché alla Camera, non potevano presentare la formazione del Senato per Grande Sud non essendo presente nella lista il loro simbolo. Un delegato “accettabile” dalla cancelleria alla fine si è presentato e tutti i patemi si sono dissolti. POLEMICA Intanto in Consiglio regionale è polemica tra Sel e uno degli addetti stampa del gruppo Pdl, Paolo Trudu, che avrebbe calcato la mano, su Facebook, sulle tendenze sessuali di Nichi Vendola. «Affermazioni omofobe», dice il coordinatore di Sel Michele Piras. «Proviamo nausea».

Scarica l'articolo in formato Pdf
Condividi su:
Condividi su Delicious
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Yahoo bookmarks
Condividi su diggita
Condividi su Segnalo Alice
Condividi su Reddit
Condividi su Technorati
Condividi su My Space
Condividi su Digg
Condividi su Google Bookmarks
Condividi su Linkedin
Condividi su Virgilio Notizie
contattaci
Creative Commons License 2018 Regione Autonoma della Sardegna