TESSERA SANITARIA E CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI
Revoca
La revoca consiste nel blocco definitivo della carta, che rende inutilizzabili i certificati presenti sulla carta e la funzionalità CNS della tessera sanitaria, che conserva solamente le sue funzionalità "a vista".

Revoca su iniziativa del Titolare
Il Titolare è tenuto a richiedere la revoca della TS-CNS in caso di malfunzionamento, furto, smarrimento, compromissione della segretezza dei codici riservati, errore o modifica dei dati del titolare presenti nel certificato (nome, cognome, codice fiscale). La carta va revocata anche nel caso in cui sia stata definitivamente bloccata a seguito dell'errata digitazione del codice PUK per tre volte consecutive. Dopo la revoca il Titolare può richiedere la riemissione di una nuova TS-CNS a lui intestata, rivolgendosi agli uffici della propria ASL o dell'Agenzia delle Entrate.

Il Titolare può richiedere la revoca solo presso uno sportello di attivazione, spiegando il motivo della richiesta (malfunzionamento, furto, smarrimento...). In caso di furto o smarrimento deve presentare all'operatore copia della relativa denuncia o una autocertificazione. L’operatore, dopo aver identificato il Titolare e riscontrato il problema segnalato, procede alla revoca della TS-CNS.

Come si richiede la Tessera sanitaria (sito internet dell'Agenzia delle Entrate)

Revoca su iniziativa dell'amministrazione
L'amministrazione regionale richiede la revoca in caso di errori nei dati anagrafici riportati sulla TS-CNS.
Glossario
© 2022 Regione Autonoma della Sardegna