ACQUISTI PUBBLICI ECOLOGICI IN SARDEGNA
Obiettivi strategici
Il GPP è uno degli assi portanti della Strategia per il Consumo e la Produzione Sostenibile, che mira ad incidere sui sistemi di produzione e consumo invertendo le tendenze in atto, che costituiscono una seria minaccia non solo per l’ambiente, ma anche per il benessere economico e sociale.
Attraverso gli acquisti pubblici è possibile dare un forte impulso alla diffusione delle tecnologie ambientali e all’affermazione di modelli di produzione e consumo capaci di garantire crescita economica e occupazione, nel rispetto della capacità di carico degli ecosistemi, quindi della scarsità e dei tassi di rinnovo delle risorse, oltre che del benessere e della salute dei cittadini.
Per la PA acquistare verde costituisce un’opportunità per tenere il passo del cambiamento ed occupare un ruolo centrale nel processo della green economy.

Il GPP favorisce la razionalizzazione della spesa pubblica tramite la diffusione di una cultura attenta a contenere i consumi non necessari e tramite la diffusione di un approccio più corretto per valutare il prezzo del bene/servizio/lavoro oggetto d’acquisto. Infatti, se accanto al prezzo si considerano i costi connessi all’utilizzo (es. energia o di materiali di consumo) e allo smaltimento del prodotto, si possono fare scelte d’acquisto convenienti dal punto di vista economico-finanziario in un’ottica di medio-lungo periodo.
Attente considerazioni riguardo l’energia, l’acqua, i prodotti, i servizi e gli edifici efficienti dal punto di vista delle risorse utilizzate, possono ridurre significativamente le bollette e i costi operativi.
Inoltre, favorisce l’integrazione delle considerazioni ambientali nelle altre politiche dell’ente coinvolgendo in modo trasversale settori che tradizionalmente non si occupano di ambiente, quali l’economato, e che possono influire notevolmente sulla performance ambientale dell’Ente quali i trasporti, l’edilizia, le infrastrutture.
Ancora, favorisce e integra altri strumenti di miglioramento ambientale dell’Ente quali EMAS o di Piani d’Azione di Agenda 21 Locale o Contabilità Ambientale.
Perseguire il principio della dematerializzazione della nostra economia, intendendo la graduale riduzione degli sprechi e ottimizzazione delle risorse impiegate (materiali ed energetiche), per il soddisfacimento delle medesime funzioni; questo potrà avvenire favorendo l’innovazione tecnologica nei cicli produttivi, lo sviluppo di materiali da materie prime rinnovabili o a minor contenuto di risorse, l’impiego di fonti energetiche rinnovabili, la sostituzione dell’acquisto di prodotti con quello di servizi che svolgano la medesima funzione.
Diffondere modelli di acquisto e di consumo sostenibile che pongano attenzione agli impatti ambientali e all’uso di risorse attraverso pratiche di buona gestione; l'attenzione dovrà essere quindi posta alla diffusione di conoscenze sulla corretta gestione dei prodotti, il risparmio energetico, il recupero dei prodotti e dei materiali a fine ciclo di vita.

Loghi Unione Europea e Repubblica Italiana
© 2019 Regione Autonoma della Sardegna