ACQUISTI PUBBLICI ECOLOGICI IN SARDEGNA
Piano Acquisti pubblici ecologici Regione Sardegna
La Regione Autonoma della Sardegna si è impegnata ad adottare la politica degli acquisti pubblici ecologici nel 2007, avviando un percorso volto a sostenere il cambiamento dei modi di acquisto e consumo di beni e servizi all’interno dell’amministrazione regionale e presso gli enti locali che ha portato all’adozione del PAPERS - Piano per gli Acquisti Pubblici Ecologici della Regione Sardegna [file.pdf] (DGR n.37/16 del 30.7.2009).

Il PAPERS programma, per il periodo 2009-2013, le azioni necessarie al fine di razionalizzare i fabbisogni della Regione, individuare i prodotti e servizi sui quali applicare l’introduzione di criteri ecologici in fase d’acquisto, promuovere comportamenti di consumo responsabile presso gli uffici, realizzare interventi d’informazione, sensibilizzazione e accompagnamento tecnico per il personale dell’amministrazione regionale e per gli enti locali.

Attraverso l’attuazione del PAPERS si mira a:
1. inserire criteri di ridotto impatto ambientale nel 50% del fabbisogno regionale delle forniture di beni e servizi necessari all’ordinario funzionamento dell’amministrazione e nel 20% degli appalti di lavori effettuati direttamente dalla Regione;
2. introdurre la politica degli acquisti pubblici ecologici in tutte le amministrazioni provinciali, nel 50% delle amministrazioni comunali, in tutti gli enti parco regionali, nel 30% degli altri enti pubblici;
3. sviluppare nell’amministrazione regionale e in almeno il 50% dei Comuni il ricorso a fonti energetiche rinnovabili, il risparmio, la riduzione dell'intensità e l'efficienza energetica.

La Sardegna è la prima regione italiana ad essersi dotata di un Piano d’azione regionale per gli acquisti verdi.

Il PAPERS si rivolge a:
• tutti i settori dell’amministrazione regionale interessati dagli acquisti di beni, servizi ed opere;
• gli enti e le agenzie regionali che devono allinearsi alla politica del GPP;
• gli enti locali che devono introdurre i criteri ecologici nelle loro procedure d’acquisto ed incentivare la diffusione delle tecnologie ambientali sui loro territori;
• tutti gli enti pubblici (università, scuole, ASL, …) interessati dalla diffusione di procedure di acquisto verdi;
• le imprese che forniscono beni e servizi alla pubblica amministrazione e che possono cogliere le opportunità offerte dall’adozione di modi di produzione compatibili con l’ambiente e accedere a nuovi mercati.
Loghi Unione Europea e Repubblica Italiana
© 2017 Regione Autonoma della Sardegna