L'ALTRA STAGIONE
Ottana
Ottana Carnevale
Presentazione evento: "Boes e Merdules e sa Filonzana"
Le maschere del carnevale di Ottana sono tra le più caratteristiche e interessanti del bacino del mediterraneo; non è chiara l’origine né il loro significato ma sono evidenti le tracce degli antichi culti legati alla fertilità, tramandati nei secoli e giunti ai giorni nostri. I personaggi più autentici sono “Su Boe”, “Su Merdule” e “Sa Filonzana”. Solo ad Ottana è sopravvissuto su boe, con le tracce di quell’elemento taurino diffusamente adorato nell’antichità e solo a Ottana è presente Sa Filonzana, l’unico personaggio femminile del carnevale in Sardegna. Sos Boes indossano la maschera taurina, sa caratza, fatta di legno di pero, che presenta decori e ornamenti realizzati con lo scalpello ed il coltello, vestono con pelli di pecora conciate e portano i campanacci, su erru, disposti a bandoliera, che producono un ritmo regolare derivato dal passo cadenzato. All’improvviso creano scompiglio tra la gente, si ribellano e si scagliano contro il Merdule che, con il bastone, cerca di ricondurlo all’ordine. Il Merdule rappresenta, infatti, il padrone dell’animale, indossa anche egli una maschera fatta in legno di pero, ma dalle semplici sembianze umane. Sa Filonzana, invece, rappresenta la donna che fila, veste con scialli neri, come le donne di un tempo ad evidenziare il lutto perenne. Porta con sé il fuso e la conocchia con i fili della lana. (Fonte: Comune di Ottana); fotografia e credits autore: Digital Library

Scheda di presentazione del Comune

Programma degli eventi: programma carnevale 2014
Materiale multimediale:
© 2020 Regione Autonoma della Sardegna