L'ALTRA STAGIONE
Sinnai
Sinnai
Presentazione evento: "Is Cerbus o is Xrebus"
La rappresentazione de “is Cerbus”, tipica di Sinnai, come tutte le tradizioni carnevalesche della Sardegna, ed in parte mediterranee, ha origini precristiane molto arcaiche che si perdono nella notte dei tempi. Essa presenta riferimenti con i rituali propiziatori che si rimandano alla caccia grossa,prima fonte di sostentamento nella civiltà ancestrale e, comunque, simbolo del dominio dell’uomo sulla natura e sul mondo animale.
Secondo la tradizione sinnaese la corsa de is cerbus è composta da alcune maschere caratteristiche.
Is cerbus, uomini mascherati con pelli e corna di cervo, che imitano i versi ed l’incedere degli animali di cui vestono le pelli. Durante la rappresentazione sono presenti anche travestimenti di Sirbonis (cinghiali) e Muvras (mufloni). Is canaxus, sono le figure che durante la battuta, con urla e schiamazzi, spingono is cerbus verso la posta. Vestono con abiti da montagna, (sa best’e peddi), e una maschera sul volto. Is canis, sono talvolta veri cani, altre volte persone travestite con dei sacchi di iuta indossati a testa in giù e con gli angoli legati in modo da simulare delle orecchie.
La rappresentazione de Is Cerbus si svolge a Sinnai tradizionalmente “su lunis di agoa”. (Fonte: Rif. Testi Dolores Turchi); fotografia e credits autore: Digital Library

Scheda di presentazione del Comune

Programma degli eventi:Carnevale 2012

Materiale multimediale:
© 2018 Regione Autonoma della Sardegna