ACQUISTI PUBBLICI ECOLOGICI IN SARDEGNA
Incontro a Sassari 18 marzo: Il collegato ambientale: novità, strumenti, opportunità per le imprese e le pubbliche amministrazioni
L’approvazione della legge 221 del 28.12.2015, noto come Collegato Ambientale, avvenuta in via definitiva il 22 dicembre 2015, e in vigore dal 2.02.2016, rappresenta un punto di svolta nella diffusione degli appalti verdi come volano per la promozione della “green economy”. Si tratta di una rivoluzione copernicana, sia per le stazioni appaltanti che per le imprese.

Per le stazioni appaltanti, comprese le centrali di committenza, la legge modifica l’art. 68 del codice degli appalti sancendo l’obbligo dell’adozione delle specifiche tecniche e delle clausole contrattuali dei Criteri Ambientali Minimi (CAM) nel 100% degli appalti pubblici di lavori forniture e servizi che ricadono nelle categorie: illuminazione, apparecchiature elettroniche d’ufficio, pc e stampanti, servizi energetici, riscaldamento e raffrescamento. Ne consegue che un qualsiasi Ente che rediga una gara d’appalto o che utilizzi le Convenzioni, gli accordi quadro e il Mercato Elettronico della P.A. (MePA) di Consip non può più esimersi dal conoscere e applicare le prescrizioni operative previste dal PAN GPP.

Per le imprese, l'articolo 16 prevede che le garanzie a corredo dell’offerta possano essere ridotte del 30% grazie alla registrazione EMAS, del 20% grazie alla certificazione ISO 14001 nelle gare di lavori, servizi o forniture. La certificazione Ecolabel da poi diritto a una riduzione del 20% dell'importo a garanzia che può sommarsi alle eventuali riduzioni derivanti dalle certificazioni citate, e la carbon footprint a una riduzione del 15%. Lo stesso marchio Ecolabel e il principio del ciclo di vita di opere, beni e servizi entrano a far parte dei criteri di valutazione delle offerte secondo il ”principio dell’offerta economicamente più vantaggiosa”.

Il seminario, organizzato dallo Sportello Appalti Imprese in collaborazione con il Servizio Sostenibilità Ambientale e Sistemi Informativi dell’Assessorato della Difesa dell’Ambiente della Regione Sardegna e il Cluster materiali e produzioni sostenibili di Sardegna Ricerche, aiuterà i partecipanti a comprendere al meglio le novità della nuova legislazione e consentirà un confronto diretto tra imprese e stazioni appaltanti sui temi più rilevanti.


Per avere il programma di dettaglio e per registrarsi, si rimanda al seguente link:
http://www.sportelloappaltimprese.it/agenda/eventi/13
9/
Loghi Unione Europea e Repubblica Italiana
© 2017 Regione Autonoma della Sardegna