Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


FAQ
Le domande frequenti che gli artigiani hanno rivolto al Servizio Artigianato dell'Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio relativamente ai Marchi di qualità sono state raccolte in questa pagina. Insieme alle risposte si trovano alcune indicazioni utili su come compilare la domanda.

Per ulteriori informazioni si può inviare una e-mail al Servizio Artigianato dell'Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio: rastursart@regione.sardegna.it o telefonare al numero +39 070 6064385 o ancora compilare il modulo di richiesta disponibile alla pagina Contattaci.
In alternativa ci si può rivolgere agli sportelli delle Camere di Commercio sul territorio: gli indirizzi sono disponibili alla pagina Richiedere il Marchio.
01. Di cosa si tratta?
Il Marchio di qualità per la valorizzazione dei prodotti artigianali tradizionali della Sardegna è un marchio collettivo regionale nato con l'intento di valorizzare il prodotto artigianale sardo. Il Marchio di qualità riporta una indicazione di origine e si affianca al marchio dell’impresa artigiana: non lo sostituisce ma lo rafforza.
02. Quali lavorazioni interessa?
I Marchi di qualità sono otto e valorizzano la lavorazione artigianale di Filigrana, Tessitura, Ceramica, Coltello, Intaglio, Ferro battuto, Intreccio e Gioiello.
03. Quanto costa?
Non ci sono costi per l’artigiano: i costi di gestione sono sostenuti dalla Regione Sardegna. Si può sempre recedere liberamente senza alcun costo.
04. Per quanto tempo è valido il Marchio?
La durata di validità della Licenza d'uso del Marchio è di tre anni e si intende tacitamente rinnovata se la Regione non ne dispone la sospensione o la revoca oppure se l’artigiano non provvede a inoltrare comunicazione di recesso.
05. Chi lo può richiedere?
Può richiedere il Marchio di qualità l’impresa artigiana regolarmente iscritta all’Albo delle imprese Artigiane della Regione Sardegna, oppure l'impresa con un laboratorio localizzato nel territorio regionale che opera in uno degli otto comparti artigianali di cui alla domanda 2.
06. Dove e in che modalità si trasmette la domanda?
La domanda si presenta a uno degli Sportelli istituiti presso ciascuna delle quattro Camere di Commercio del territorio regionale. Il modulo può essere consegnato a mano oppure inviato via e-mail, via fax o per posta ordinaria.
Per ulteriori informazioni consulta la pagina Richiedere il Marchio.
07. Come posso avere il modulo?
La documentazione e i moduli si possono scaricare nelle diverse pagine dedicate alle singole lavorazioni di questo Speciale del portale istituzionale della Regione Sardegna dedicato al Marchio di qualità.
I moduli sono disponibili anche presso lo sportello assistenza delle quattro Camere di Commercio del territorio.
08. Quale modulo si utilizza?
Il modulo chiamato “Richiesta licenza d’uso del Marchio” differente per ciascuna lavorazione.
09. Come si compila il modulo?
Il modulo va compilato in tutte le sue parti senza omissioni e allegando la documentazione indicata.
Nel modulo è fondamentale indicare: il codice fiscale/partita iva dell’impresa; il numero di iscrizione all’Albo imprese artigiane della Regione; gli indirizzi per poter entrare in contatto con il richiedente.
10. Quale impatto ha sulle attività svolte dall'artigiano?
La richiesta del Marchio non comporta alcuna modifica dell’abituale attività dell’impresa, purché siano soddisfatti i requisiti contenuti nel disciplinare di produzione e nel regolamento d’uso.
11. Quali sono i controlli?
Prima di ottenere il Marchio sarà effettuata una visita presso il laboratorio artigiano. Le informazioni raccolte saranno valutate da parte di una Commissione di Valutazione nominata dalla Regione.
La Commissione delibera la concessione della licenza d’uso del Marchio all’artigiano che diviene “licenziatario” del Marchio stesso.

I licenziatari ricevono una visita di controllo una volta l’anno finalizzata ad accertare il continuo rispetto delle regole ed il corretto uso del Marchio.
Oltre alle visite presso i laboratori, saranno anche effettuati controlli di manufatti, riportanti il Marchio e presenti sul mercato.
12. Chi fa le verifiche?
La visite presso i laboratori artigiani sono effettuate da parte di personale (auditor) formato e qualificato. Un organismo di certificazione internazionale verifica inoltre che tutto il sistema di controlli ed il comportamento degli auditor rispetti determinati requisiti di correttezza e obiettività.
13. Quando vengono fatte le verifiche?
Una visita viene effettuata sempre prima della concessione della licenza d’uso del Marchio e successivamente una volta all’anno. Prima di ogni visita presso il laboratorio artigiano il titolare riceverà una comunicazione in cui verranno specificati la data della visita ed il nome dell’auditor.
14. Quali aspetti sono oggetto di verifica?
Sarà verificato il rispetto delle regole definite nel disciplinare per l’ottenimento del Marchio. Viene inoltre verificata la corretta compilazione della scheda di registrazione attività (la scheda che tiene traccia delle attività realizzate dall’artigiano).
15. Quali sanzioni sono previste per chi non rispetta il disciplinare e il regolamento del Marchio?
Il piano dei controlli prevede le sanzioni da applicare nei confronti degli artigiani che non rispettano il disciplinare. La sanzione più grave prevede anche il ritiro della licenza d’uso del Marchio con divieto di successivo utilizzo dello stesso.
16. Come si potrà conoscere l'elenco degli artigiani licenziatari del Marchio di qualità?
Il licenziatario viene iscritto in uno speciale Elenco dei licenziatari del Marchio tenuto presso l’Assessorato regionale del Turismo, Artigianato e Commercio (Servizio Artigianato) e pubblicato sul portale istituzionale www.regione.sardegna.it. Tale Elenco viene continuamente aggiornato.
contattaci
Creative Commons License 2019 Regione Autonoma della Sardegna