Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Archivi correnti
L'archivio corrente è il complesso dei documenti relativi ad affari e a procedimenti amministrativi in corso di istruttoria e di trattazione o comunque verso i quali sussista un interesse corrente nello svolgimento delle attività amministrative, da parte degli uffici e dei servizi della Regione Autonoma della Sardegna (art. 2 delle Linee Guida per la gestione e tenuta dei documenti e degli archivi dell’Amministrazione regionale).

Lo stretto legame dell'archivio con l'organizzazione dell'ente fa sì che l'efficacia delle tecniche, degli strumenti e delle procedure di gestione della documentazione corrente (record management) sia correlata all'assetto organizzativo e strutturale che l'ente si dà. In particolare, la gestione informatica dei documenti e i sistemi di archiviazione digitale hanno richiesto e richiedono anche adempimenti e ripensamenti in termini di strutture e di personale.

Per dare attuazione a quanto disposto dal DPR 445 del 2000, dove si prescrive che "Ciascuna amministrazione individua, nell'ambito del proprio ordinamento, gli uffici da considerare ai fini della gestione unica o coordinata dei documenti per grandi aree organizzative omogenee, assicurando criteri uniformi di classificazione e archiviazione, nonché di comunicazione interna tra le aree stesse", la Regione Sardegna ha istituito nel 2006 (deliberazione della Giunta Regionale n. 50/16 DEL 5.12.2006) le Aree Organizzative Omogenee (AOO coincidenti, secondo quanto dispone la delibera con gli Uffici di Gabinetto, le Direzioni Generali, l'Ufficio Ispettivo, l'Ufficio del controllo di gestione, il Centro Regionale di Programmazione ).

A ciascuna AOO viene assegnato un Responsabile del sistema di protocollo, dell’archivio e dei flussi documentali, che “cura il corretto funzionamento del sistema e coordina le attività di protocollazione, classificazione e archiviazione, oltre che di aggiornamento del titolario di classificazione, e delle attività di gestione dell'archivio di deposito"(art. 4 delle Linee Guida per la gestione e tenuta dei documenti e degli archivi dell’Amministrazione Regionale).

Nell'ambito del progetto SIBAR per la realizzazione dei Sistemi Informativi di Base dell'Amministrazione regionale, in ogni AOO è istituito il protocollo informatico unico, con regole, modalità, infrastrutture e tecnologie omogenee, in grado di garantire l’interoperabilità, cioè la possibilità di spedire, ricevere e trattare automaticamente le informazioni legate alla registrazione e alla gestione dei documenti.

L'efficace funzionamento e l'ordinata sedimentazione dell'archivio corrente, anche in sistemi di gestione documentale informatizzata, si basano su quegli stessi strumenti nati in ambito cartaceo: il registro di protocollo, il titolario di classificazione, il repertorio dei fascicoli, i repertori, il massimario di selezione.