Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Legge Regionale 23 giugno 1967, n. 8
Modifiche alla legge regionale 5 luglio 1956, n. 23, concernente provvidenze per l'acquisto di sementi selezionate.
Il Consiglio Regionale ha approvato
Il Presidente della Giunta Regionale promulga la seguente legge:

Art.1
L'articolo 1 della legge regionale 5 luglio 1956, n. 23, è sostituito dal seguente:
«Qualora non sussistano o non vengano applicate speciali provvidenze statali, l'Amministrazione regionale è autorizzata a concedere contributi del 50 per cento per l'acquisto di sementi elette di cereali e di piante orticole, a coltivatori diretti ed a cooperative che ne facciano impiego nelle aziende gestite.
I prezzi delle sementi di cui al comma precedente da prendere a base per la concessione del contributo saranno quelli riconosciuti congrui, anno per anno, dal Comitato provinciale dell'agricoltura competente per territorio»


Art.2
L'articolo 2 della legge regionale 5 luglio 1956, n. 23, è sostituito dal seguente:
«Per quanto concerne il grano da seme ciascun coltivatore diretto può beneficiare, una sola volta per ogni anno, del contributo fino ad un massimo di due quintali di grano selezionato sussidiabile.
Per quanto concerne le sementi orticole ciascun coltivatore diretto può beneficiare, una sola volta per ogni anno e per ogni specie, del contributo fino ad un massimo di L. 5.000 per ogni specie orticola ammessa annualmente a fruire del contributo dall' Assessorato all'agricoltura e foreste.
Per le cooperative i contributi di cui ai precedenti commi verranno concessi per ciascun socio coltivatore con esclusione dei soci che ne abbiano già beneficiato»


Art.3
L'articolo 3 della legge regionale 5 luglio 1956, n. 23, è sostituito dal seguente:
«Ai fini della presente legge la definizione di coltivatore diretto è quella contemplata dall'articolo 48 della legge 2 giugno 1961, n. 454»


Art.4
Il primo ed il secondo comma dell'articolo 4 della legge regionale 5 luglio 1956, n. 23, sono sostituiti dai seguenti:
«Le domande per fruire del contributo per l'acquisto di grano selezionato da seme devono essere inviate entro il 31 agosto di ogni anno agli Ispettorati provinciali dell'agricoltura competenti per territorio, i quali, accertata la condizione del richiedente, rilasciano dichiarazione di nulla osta per l'acquisto della semente selezionata.
Le domande devono essere corredate:
a) di una dichiarazione del Sindaco attestante la qualità di coltivatore diretto del richiedente nonché la superficie destinata dal medesimo a coltivazione del frumento;
b) di uno stato di famiglia del richiedente».

La presente legge sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione.
E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione.




Data a Cagliari, li 23 giugno 1967.

Del Rio