Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Legge Regionale 17 agosto 1967, n. 15
Modifiche alla legge regionale 22 gennaio 1964, n.3, concernente il Fondo di solidarietà regionale in favore delle popolazioni colpite da eccezionali calamità naturali e da eccezionali avversità atmosferiche.
Il Consiglio Regionale ha approvato
Il Presidente della Giunta Regionale promulga la seguente legge:

Art.1
L'articolo 1 della legge regionale 22 gennaio 1964, n. 3, è sostituito dal seguente:
«Ad integrazione delle provvidenze disposte dallo Stato, l'Amministrazione regionale è autorizzata a concedere a favore di agricoltori e allevatori, ivi compresi gli affittuari, mezzadri, coloni e compartecipanti, singoli o associati, colpiti da eccezionali calamità naturali e da eccezionali avversità atmosferiche, contributi in conto capitale:
a) nella spesa necessaria per il ripristino della coltivabilità dei terreni e per il ripristino delle piantagioni arboree ed arbustive;
b) nelle spese necessarie per la ricostruzione e riparazione di fabbricati ed altri manufatti rurali, per la riparazione e costruzione di muri di sostegno, strade poderali, canali di scolo, opere di provvista di acqua, di adduzione di energia elettrica, di ripristino degli impianti per la conservazione e la trasformazione dei prodotti di aziende singole od associate.
c) Nelle spese necessarie per l’acquisto di sementi da impiegarsi nell’annata agraria successiva a quella nella quale si è verificata la calamità;
d) nelle spese necessarie alla ricostituzione delle scorte vive;
e) nelle spese necessarie alla ricostituzione delle scorte morte;
f) nelle spese necessarie per la ricostituzione della efficienza operativa dell’azienda;
I contributi di cui alle lettere a), b) e c) sono concessi nella misura massima dell'80, del 65 e del 50 per cento, a seconda trattisi di piccole, medie o grandi aziende.
I contributi sono concessi sempre nella misura dell'80 per cento quando i beneficiari sono coltivatori od allevatori diretti, singoli o associati.
I contributi di cui alle lettere d) ed e) sono concessi nella misura massima del 50 per cento.
I contributi di cui alla lettera f) non possono superare il 30 per cento. I contributi di cui alle lettere c), e) ed f) possono essere concessi solo quando la produzione lorda vendibile abbia subito una perdita non inferiore al 40 per cento.
I contributi di cui alla lettera d) possono essere concessi solo quando l'allevatore abbia subito una perdita del capitale bestiame non inferiore al 30 per cento»


Art.2
L'articolo 5 della legge regionale 22 gennaio 1964, n.3 è sostituito dal seguente:
«L'Amministrazione regionale ha la facoltà di disporre, sulle disponibilità del Fondo di cui al precedente articolo 2 per somme non superiori di volta in volta ad un miliardo di lire, anticipazioni agli istituti esercenti il credito agrario per la concessione di prestiti di esercizio a coltivatori diretti singoli o riuniti in cooperative, che abbiano subito una perdita della produzione lorda vendibile totale non inferiore al 40 per cento, e ad allevatori diretti, singoli o riuniti in cooperative, che abbiano subito una perdita della produzione lorda vendibile totale non inferiore al 30 per cento.
Ai sensi dell'articolo 5, secondo comma, della legge 21 luglio 1960, n. 739, i prestiti sono concessi limitatamente alle necessità della conduzione aziendale dell'annata agraria in corso e di quella successiva.
Ciascun coltivatore diretto od allevatore diretto non può ottenere prestiti superiori alle lire 500.000.Tali prestiti sono concessi, indipendentemente dalla delimitazione territoriale prevista dal precedente articolo 2, ogni qualvolta si verifichi l'evento calamitoso, accertato dai competenti organi tecnici»


Art.3
La presente legge è dichiarata urgente ai sensi e per gli effetti di cui all'articolo 33 dello Statuto speciale per la Sardegna ed entra in vigore nel giorno della sua pubblicazione.

La presente legge sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione.
E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione.




Data a Cagliari, li 17 agosto 1967.

Del Rio