Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Ambiente: posticipato di sette giorni lo stato di elevato pericolo d'incendi boschivi

Il Direttore generale della Protezione Civile Nudda ha provveduto a posticipare la fine del periodo in cui vige lo "stato di elevato pericolo di incendi boschivi", ai sensi dell'art. 4 delle vigenti prescrizioni regionali antincendio, sino all’intera giornata del 22 ottobre 2014.
Cfva sorvolo su incendio
CAGLIARI, 16 OTTOBRE 2014 - In considerazione delle attuali condizioni meteorologiche stagionali, in particolare della prolungata siccità e delle elevate temperature, che potrebbero favorire l'innesco e la propagazione di incendi boschivi, il Direttore generale della Protezione Civile Mario Graziano Nudda, con propria determinazione n. 259 del 14/10/2014, ha provveduto a posticipare la fine del periodo in cui vige lo "stato di elevato pericolo di incendi boschivi", ai sensi dell’Art. 4 delle vigenti prescrizioni regionali antincendio, sino all’intera giornata del 22 ottobre 2014.

Inoltre, sempre con determinazione del Direttore generale della Protezione Civile n. 261 del 15/10/2014, è stato posticipato fino alla succitata data il periodo in cui sono consentiti gli abbruciamenti di stoppie, di residui colturali e selvicolturali, di pascoli nudi, cespugliati o alberati, nonché di terreni agricoli temporaneamente improduttivi, su autorizzazione dei Servizi Territoriali Ispettorati del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale.

La Direzione generale della Protezione civile, sino al 22 ottobre 2014, garantirà l'elaborazione quotidiana del Bollettino di previsione di pericolo di incendio, consultabile ordinariamente entro le ore 14,00, sul sito istituzionale della Protezione Civile Regionale, all'apposita sezione dedicata ai "Bollettini di previsione di pericolo di incendio".

Consulta il sito SardegnaProtezionecivile