Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Pesca del riccio di mare - stagione 2017/2018

15.11.17 - caccia e pesca
Apre oggi 15 novembre la stagione della pesca del riccio di mare (Paracentrotus lividus) che terminerà il 15 aprile 2018. Lo ha stabilito il decreto dell’Assessore dell’Agricoltura e riforma agro-pastorale.

La pesca è consentita:

a) ai pescatori marittimi professionali, iscritti nel registro dei pescatori marittimi, esclusivamente dall’imbarcazione mediante il seguente attrezzo da pesca autorizzato in licenza ai sensi di legge: asta e specchio (“cannuga”), anche con l’ausilio del coppo;
b) ai pescatori professionali subacquei, in possesso di autorizzazione per la pesca subacquea professionale, in apnea o con l’uso di apparecchi ausiliari per la respirazione esclusivamente a mano o con l’ausilio di qualsiasi strumento corto atto a staccare il riccio dal substrato;
c) ai soggetti che esercitano la pesca sportiva o ricreativa, in apnea – senza l’uso di apparecchi ausiliari per la respirazione – e solo manualmente;
d) per il pescatore marittimo professionale e subacqueo professionale autorizzato la pesca è consentita dalle ore 6 sino alle ore 13 con esclusione del giorno di lunedì, il numero massimo di ricci consentiti è pari a 1000 se l’operatore è da solo, e a 2000 se accompagnato da assistente;
e) per il pescatore sportivo o ricreativo la pesca è consentita esclusivamente nei giorni di sabato, domenica e festivi e solo per il consumo personale, il numero massimo di ricci prelevabili è pari a 50. La taglia minima prevista è di 50 mm esclusi gli aculei.

Il pescatore subacqueo professionale e marittimo professionale, prima dell’inizio dell’attività di pesca del riccio di mare deve:
- ritirare il giornale di pesca presso il Servizio pesca e acquacoltura dell’Assessorato dell’agricoltura e riforma agro- pastorale o presso gli uffici territoriali dell’Agenzia Laore Sardegna di competenza;
- compilare giornalmente e tenere a disposizione degli organi di vigilanza il giornale di pesca del riccio di mare e restituirlo al Servizio pesca e acquacoltura dell’Assessorato dell’agricoltura, in Via Pessagno,4 a Cagliari entro 30 giorni dalla chiusura della stagione di pesca del riccio di mare anche per il tramite degli uffici dell’Agenzia Laore;
- inviare una copia del giornale di pesca del riccio di mare, relativa a ciascun mese di prelievo, entro la fine del mese di febbraio al Servizio regionale pesca e acquacoltura e per conoscenza anche all’Autorità marittima territoriale di competenza ai seguenti indirizzi:

- Assessorato dell’agricoltura e riforma agro- pastorale
Servizio pesca e acquacoltura
fax 0706062516 o posta elettronica certificata agricoltura@pec.regione.sardegna.it;
- Autorità marittima sede di Cagliari fax 070 60517218, posta elettronica certificata dm.cagliari@pec.mit.gov.it posta elettronica cagliari@guardiacostiera.it;
- Autorità marittima sede di Olbia fax 0789 27737, posta elettronica certificata dm.olbia@pec.mit.gov.it o posta elettronica olbia@guardiacostiera.it

Si precisa che la ripetuta violazione delle disposizioni in merito alla taglia minima di cattura, ai quantitativi massimi prelevabili e all’orario consentito di prelievo e di sbarco, nonché delle disposizioni in merito alla compilazione del giornale di pesca comporta la revoca dell’autorizzazione alla pesca subacquea professionale.
Inoltre, la violazione delle disposizioni in merito al periodo di pesca consentito comporta la sospensione immediata dell’autorizzazione alla pesca professionale subacquea per la durata di un anno.

Consulta il decreto
Consulta il procedimento

Informazione a cura dell'Urp della Presidenza

Ultimo aggiornamento: 15.11.17