Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Fermentazioni e rifermentazioni in deroga al di fuori del periodo vendemmiale

26.03.20 - coltivazioni
L’Assessorato regionale dell’Agricoltura comunica che con decreto ministeriale n. 2583 del 10 marzo 2020 il Ministero ha disciplinato le fermentazioni e le rifermentazioni che possono avvenire, in deroga, al di fuori del periodo vendemmiale.

In particolare, per i vini a DOP e a IGP che prevedono nei propri disciplinari di produzione le menzioni tradizionali Passito, Vendemmia tardiva e menzioni similari ovvero per quelli che ammettono esplicitamente il ricorso a uve appassite o stramature, nonché per i mosti di uve parzialmente fermentati con una sovrappressione superiore ad 1 bar, le fermentazioni e rifermentazioni sono consentite sino al 30 giugno 2020.

Infine, per i vini senza DO o IG (vini generici) ottenuti da uve appassite o per i quali il processo di vinificazione avviene in contenitori di terracotta interrati o in altre tipologie di recipienti riempiti di uva pigiata unitamente alle bucce, le fermentazioni e rifermentazioni sono consentite sino al 30 giugno 2020.

Consulta i documenti

Informazione a cura dell'Urp della Presidenza

Ultimo aggiornamento: 26.03.20