Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Lingua e cultura sarda

lingua e cultura sarda
Per la Sardegna la lingua e la cultura sarda sono una ricchezza da salvaguardare e promuovere anche fuori dall'isola. La Regione ha l'obiettivo di valorizzare l'identità del suo popolo.

E' importante che i Sardi per primi, e in particolare le nuove generazioni, siano consapevoli del valore di questo patrimonio che spesso è stato trascurato e sottovalutato, quando invece è lo specchio dell’identità di ogni popolo.
Dal 1997 con la legge 26, la Regione valorizza la lingua sarda, la storia, le tradizioni, la produzione letteraria e artistica, la ricerca, la musica popolare, insomma tutto ciò che abbia la capacità di riavvicinare alla radici della cultura sarda. Sono concessi contributi a istituti scolastici, amministrazioni locali, gruppi musicali, artisti, soggetti privati, impegnati a promuovere iniziative che abbiano come finalità la tutela e la valorizzazione della lingua e della cultura sarda.

Come valorizzare la cultura sarda
La Regione promuove la diffusione della cultura sarda nelle scuole, assegnando contributi per progetti didattici che coinvolgano i giovani.
Favorisce la costituzione delle Consulte locali per la cultura e la lingua dei Sardi. Le Consulte sono formate da diversi Comuni e ne fanno parte persone competenti in materia, cui viene affidato l’incarico di promuovere iniziative per favorire la conoscenza e la diffusione della lingua sarda nelle sue varianti locali. Questi organismi si propongono come interlocutori dell’Assessorato regionale della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport.
La Regione assegna contributi per le ricerche sui toponimi in lingua sarda e il loro ripristino, attraverso l’installazione di cartelli stradali che contengono i nomi originali di località, vie, edifici su tutto il territorio regionale.
Finanzia bande musicali, cori polifonici, gruppi folcloristici isolani che organizzano manifestazioni concertistiche in Sardegna o all’estero; promuovono convegni e seminari di studio, organizzano raduni e rassegne corali. Sono previsti anche finanziamenti a sostegno di quotidiani, programmi televisivi e radiofonici che promuovono la conoscenza della lingua sarda.