Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Sussidi per il trasporto delle salme dei lavoratori emigrati

Ultimo aggiornamento: 2017-08-29 11:22:22

Dove rivolgersi:
Direzione generale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale
Assessorato del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale
Servizio coesione sociale
Via San Simone 60 ( piano 6°) - 09122 Cagliari
Tel:070/6064621
Email:

Per informazioni ed accesso agli atti
Ufficio Relazioni con il Pubblico del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza sociale
Viale Trieste, 115 (piano terra) - 09123 Cagliari
Tel:070/6067038 Fax:070/6065778
Email:
Giorni e orario di ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13, il pomeriggio martedì e mercoledì dalle 16 alle 17

Destinatari:
famiglie dei lavoratori sardi emigrati deceduti fuori dalla Sardegna
Termini di presentazione:
entro due anni dal decesso.
Requisiti:
- il decesso deve essere avvenuto all’estero o nell’Italia continentale;
- lo stato di lavoratore emigrato deve essere adeguatamente dimostrato.
Documentazione:
- domanda in bollo;
- certificato di morte dell’emigrato, in originale, vistato dal Consolato italiano se l’emigrato è deceduto all’estero;
- fattura quietanzata, in originale e copia, rilasciata dalla ditta o agenzia che ha effettuato il trasporto della salma, tradotta in italiano e vistata dal Consolato italiano se l’emigrato è deceduto all’estero. Le spese sostenute per il trasporto della salma dovranno essere specificate nella fattura e risultare distinte dalle spese per forniture e servizi vari;
- certificato o documento da cui risulti lo stato di emigrato del deceduto e la cittadinanza;
- biglietto di viaggio del familiare che ha curato il trasporto della salma, in originale;
- scheda con indicazione del recapito esatto del richiedente e dei dati bancari o postali del conto corrente presso il quale accreditare il sussidio, predisposta sul modello disponibile nella sezione modulistica (modello 1) ed accompagnata da una fotocopia del codice fiscale;
- documento o dichiarazione da cui risulti che non è stato richiesto nè ottenuto da altro Ente o istituto, italiano e/o straniero, alcun contributo relativo al trasporto della salma del congiunto. In alternativa, potrà essere presentata la seguente documentazione:
a) per i cittadini italiani e dell’Unione europea, dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, compilata sul modello disponibile nella sezione modulistica (modello 2) ed accompagnata da una fotocopia, non autenticata, di un documento di identità del dichiarante, non scaduto;
b) per i cittadini di Stati non appartenenti all’Unione europea, certificati o attestazioni che comprovino gli stati, le qualità personali e i fatti, rilasciati dalla competente autorità dello Stato estero e corredati da traduzione in lingua italiana, autenticata dall’autorità consolare italiana per attestarne la conformità all’originale.

La documentazione deve essere presentata al seguente indirizzo:

Assessorato del Lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale
Servizio coesione sociale
Via San Simone 60 ( piano 6°) - 09122 Cagliari

Modulistica:
- scheda contenente i dati anagrafici, fiscali e bancari del richiedente (modello 1) [file .rtf]
- dichiarazione sostitutiva di atto notorio (modello 2) [file .rtf]
Costo:
una marca da bollo da 16 euro per la domanda di contributo
Modalità o descrizione:
La Regione concede sussidi per consentire il trasporto in Sardegna delle salme dei lavoratori emigrati deceduti, da non più di due anni, nella penisola o all'estero.

Il sussidio copre il 75 per cento della spesa documentata per il trasporto della salma, escluse le onoranze funebri. È inoltre concesso il rimborso totale delle spese di viaggio ad un solo familiare dell'emigrato deceduto che abbia curato il trasferimento della salma.

Accertati i requisiti e conclusa l’istruttoria, il Servizio coesione sociale procede al pagamento dell’importo spettante in base alla normativa di riferimento e alla programmazione annuale per questo tipo di interventi.

Normativa di Riferimento:
- Legge regionale n. 7 del 15/01/1991 - L’emigrazione
- Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 191 del 27/08/1991, art. 12 - Regolamento per l'attuazione della legge regionale sull'emigrazione [file .pdf]
- Delibera della Giunta Regionale n. 23/4 del 12/05/2015 - L.R. n. 7/1991 "L'Emigrazione". Programma annuale 2015 per l'emigrazione.
- Delibera della Giunta Regionale n. 23/5 del 12/05/2015 - L.R. n. 7/1991 "L'Emigrazione". Piano triennale per l'emigrazione 2015-2017. Approvazione preliminare
- Delibera della Giunta Regionale n. 46/16 del 22/09/2015 - Legge regionale 15 gennaio 1991, n. 7. "L'Emigrazione". Piano triennale per l'Emigrazione 2015/2017. Approvazione definitiva.
- Delibera della Giunta Regionale n. 28/10 del 17/05/2016 - Legge regionale 15 gennaio 1991, n. 7 “L’Emigrazione”. Programma annuale per l’Emigrazione 2016
Allegati e collegamenti:
Visita il portale Sardegna Migranti
Procedimenti collegati:
Contributi agli emigrati che tornano a vivere in Sardegna (Legge regionale n. 7 del 15/01/1991, art. 20)
Programmazione degli interventi in favore dei sardi emigrati (Legge regionale n. 7 del del 15/01/1991)
Sussidi per i lavoratori emigrati in situazioni di indigenza (Interventi di solidarietà - Legge regionale n. 7 del 15/01/1991, art. 15)