Vai al contenuto della pagina

Cosa è la partecipazione pubblica

La partecipazione pubblica è una possibilità offerta alle persone di influenzare gli esiti di piani e procedure (Linee Guida n.8 sulla partecipazione pubblica in relazione alla Direttiva Quadro 2000/60/CE) che consente a cittadini, portatori di interesse e decisori di confrontarsi e condividere sia le problematiche del territorio sia le decisioni che lo influenzeranno.

La partecipazione pubblica agevola il raggiungimento dei seguenti obiettivi:
- informazione sui principali problemi del territorio e sugli strumenti di pianificazione;
- sensibilizzazione ai problemi del territorio e responsabilizzazione nella gestione;
- trasparenza delle decisioni;
- raccolta di informazioni, aspettative, preoccupazioni e proposte da cittadini e attori del territorio;
- attuazione più rapida dei piani, grazie alla condivisione delle scelte fin dal processo di pianificazione

L'art. 10 c.2 del D.Lgs. 49/2010 prevede che le Autorità di bacino promuovano la partecipazione attiva di tutti i soggetti interessati all'elaborazione e all'aggiornamento del Piano.
Inoltre l'art.9 c.3 lett. c) dello stesso decreto prevede che la partecipazione attiva di tutti i soggetti interessati sia coordinata con la partecipazione attiva prevista dall'art. 66 c. 7 del D.Lgs. 152/2006.

Principalmente devono essere coinvolte nella partecipazione attiva queste due categorie di soggetti:
- Il pubblico, a cui devono essere consentiti la consultazione e l’accesso alle informazioni di base. Si adotta la definizione della Direttiva VAS (2001/42/CE), così come recepita dal D.Lgs. 152/06 e s.m.i. : una o più persone fisiche o giuridiche, secondo la normativa o la prassi nazionale, e le loro associazioni, organizzazioni o gruppi.
- I portatori di interesse, a cui deve essere consentita anche una partecipazione attiva; si definisce come qualsiasi persona, gruppo o organizzazione con un interesse in una questione, sia perché direttamente coinvolta, sia perché in grado di avere una qualche influenza sugli esiti. Tra i portatori di interesse è necessario comprendere coloro che ancora non sono consapevoli del fatto che subiranno gli effetti di una problematica, ovvero la maggior parte dei singoli cittadini e molte società o ONG di piccole dimensioni.

  • CONDIVIDI SU: