Vai al contenuto della pagina

ISTITUITO ELENCO REGIONALE OPERATORI DI INSEMINAZIONE ARTIFICIALE E IMPIANTO EMBRIONALE

PSA foto Maialini

Cagliari, 20 giugno 2017 – Le attività di supporto alle azioni dell’Unità di Progetto per l’eradicazione alla Peste suina africana hanno portato a casa un nuovo risultato importante con l’istituzione, da parte dell’Agenzia Laore Sardegna su indicazione dell’Assessorato dell’Agricoltura, dell’elenco regionale degli operatori di inseminazione artificiale e di impianto embrionale per le specie di suini e bovini. L’Agenzia ha pubblicato sul sito internet di Sardegna Agricoltura (goo.gl/H6hqc3) le procedure per l’iscrizione degli operatori e per la tenuta dell’elenco.

La formazione. Il progetto è partito con la formazione e l’abilitazione di 180 operatori laici, addetti alla fecondazione artificiale del comparto suino, con lo scopo preciso di contrastare la diffusione del virus della PSA e di altre malattie trasmissibili limitando così lo spostamento dei verri da un allevamento a un altro. È infatti pratica diffusa, in certi territori dell’Isola, lo scambio dei verri per la riproduzione che spesso, se non controllati o addirittura detenuti illegalmente, diventano pericolosissimi vettori dell’epidemia. La formazione ha riguardato, e continuerà a riguardare con un corso che sarà attivato nei prossimi mesi del 2017, anche gli operatori per il settore bovino.

Soggetti abilitati. Gli operatori, veterinari o operatori pratici, che intendono esercitare l’attività di inseminazione artificiale e di impianto embrionale sulle specie bovine o suine del territorio regionale della Sardegna devono presentare domanda di iscrizione negli appositi elenchi predisposti da Laore: Sezione 1 dedicata agli operatori pratici in possesso di diploma che attesti la capacità di effettuare le fecondazioni e Sezione 2 riservata ai veterinari, iscritti ai propri albi, che praticano l’inseminazione artificiale o l’impianto embrionale.

  • CONDIVIDI SU: