Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Assessore Corona, incontro con sindacati di Sardegna It

Piena intesa e condivisione d'intenti sul fatto che "la società debba reggersi autonomamente, avere capacità propositive e innovative e valorizzare i dipendenti”, come dichiarato da tutti gli interlocutori intervenuti.
Computer, informatica
CAGLIARI, 6 NOVEMBRE 2009 - Perfetta sintonia sulla volontà di rilancio della società. È il principale dato emerso, ieri sera, da un primo incontro tra le rappresentanze sindacali di Sardegna IT e l'Assessore regionale degli Affari Generali, Ketty Corona, il direttore generale, Antonio Quartu, e il nuovo amministratore unico della società, Marcello Barone. Piena intesa e condivisione d'intenti sul fatto che "la società debba reggersi autonomamente, avere capacità propositive e innovative e valorizzare i dipendenti”, come dichiarato da tutti gli interlocutori intervenuti.

"È nostra ferma intenzione – ha affermato l'Assessore Ketty Corona - dare nuovo impulso a Sardegna IT. Serve un cambio di mentalità che porti all'individuazione di obiettivi misurabili e raggiungibili, la Regione non può permettersi di coprire ulteriori disavanzi della società. Dobbiamo dare risposte immediate, a tal fine abbiamo nominato un nuovo amministratore unico che deciderà l'adeguamento e la compatibilità dei contratti con le esigenze di consulenza di alto livello e di operatività sulla rete richieste”.

Sardegna IT, in quanto società in house, opera seguendo le regole degli affidamenti pubblici e ha come obiettivo la promozione e lo sviluppo delle imprese sarde. Partner della Regione Sardegna dal dicembre 2006, negli ultimi due anni ha chiuso i suoi bilanci con passivi di circa 500mila euro.

"C'è stato un errore di sistema – ha aggiunto il nuovo amministratore delegato Marcello Barone -, ora il sistema va rivisto e sostituito. Il contenimento delle spese attraverso una rivisitazione degli accordi, è il primo passo. Il nuovo trend societario passa attraverso le capacità propositive della società stessa. Sardegna IT deve essere in grado di catalizzare i flussi informativi e creare nuovi progetti ingegneristici da proporre alla Regione. Un motore che produca progettualità e innovazione e dia impulso alle aziende”.

In proposito Antonio Quartu, direttore generale degli Affari Generali, ha aggiunto: "Sardegna IT deve migliorare la sua gestione e dare qualità alle attività della Regione. Deve essere ben chiaro perché Sardegna IT è il partner regionale e non lo siano altre società”.

Le sigle sindacali hanno mostrato particolare gradimento per la disponibilità al dialogo: "Abbiamo finalmente un interlocutore al quale rivolgerci - hanno spiegato -, il nostro timore era non trovare ascolto. Chiedevamo un confronto per porre le basi su cui ripartire e l'abbiamo ottenuto".

Pronta la risposta dell'Assessore Corona: "Il rilancio non passa per un affidamento di lavori che consenta alla società di sopravvivere, bisogna reggersi autonomamente. L'amministratore unico valuterà quali risorse professionali siano realmente opportune".