Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Piano Casa: In Sardegna i primi effetti positivi per il rilancio del settore

Continua a crescere il mercato dell’edilizia in Sardegna e riprende in tutto il territorio regionale il processo di sviluppo del mercato immobiliare, in particolare quello legato alla residenza.
Cantiere
CAGLIARI, 13 SETTEMBRE 2010 - A poco meno di un anno dall'entrata in vigore della legge 4, comunemente nota come “Piano Casa”, continua a crescere il mercato dell’edilizia in Sardegna e riprende in tutto il territorio regionale il processo di sviluppo del mercato immobiliare, in particolare quello legato alla residenza.

È quanto emerge da recenti studi (effettuati, tra gli altri, dal Centro ricerche economiche sociali di mercato per l’edilizia e il territorio (Cresme), Sole 24Ore e Regione Sardegna) che vedono l’Isola ai primi posti, insieme al Veneto, nel processo di rilancio del comparto delle costruzioni e delle attività indirette legate alla filiera dell’edilizia.

A confortare ulteriormente questo segnale di ripresa del mercato sardo sono anche le proiezioni per i primi mesi del prossimo anno, quando si attende, a ridosso della scadenza del termine ultimo di presentazione delle istanze a valere sul Piano Casa (1 maggio 2011), la forte accelerazione di questo trend di sviluppo.

Secondo l’ultima analisi pubblicata da “Il Sole 24Ore”, i maggiori centri dell’Isola (Cagliari, Sassari, Nuoro, Carbonia e Oristano) mostrano numeri in sensibile ascesa rispetto al monitoraggio degli ultimi mesi, e forniscono un segnale estremamente incoraggiante in prospettiva futura, in coincidenza con la prevedibile attenuazione degli effetti negativi della crisi che ha investito negli ultimi anni l’economia italiana e mondiale.

“È stato avviato un processo virtuoso, volto a creare migliori condizioni per il rilancio di tutto il comparto economico sardo, attivando politiche idonee di sostegno finanziario anche attraverso agevolazioni creditizie fornite da alcuni istituti bancari. Ora si iniziano a vedere i primi frutti di una legge che ha puntato da subito alla rivitalizzazione dell’economia partendo dalla casa - ha precisato l’assessore regionale degli Enti Locali, finanze e Urbanistica, Gabriele Asunis – e che nonostante le difficoltà economiche dell’Isola e la crisi economica che ha colpito il comparto edilizio sta dando un nuovo e significativo impulso non solo per la ripresa del settore edilizio, ma anche delle filiere a esso interrelate. Questa legge, che tiene comunque saldi i principi del rispetto dell’ambiente e della tutela del paesaggio, continua con sempre maggiore intensità a essere il motore di crescita del comparto edilizio con considerevoli positive ripercussioni sull’intera economia isolana".