Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Piano di Sviluppo Rurale della Regione Sardegna 2000-2006

Assicurare l'uso efficiente e razionale e la fruibilità di risorse naturali, accellerare le politiche dirette alla tutela e alla conservazione delle aree naturali ed infine partecipare all'azione di rafforzamento della maglia delle imprese potenzialmente competitive, sono i principali obiettivi del piano.
Preparazione semina
Assicurare l'uso efficiente e razionale e la fruibilità di risorse naturali, accellerare le politiche dirette alla tutela e alla conservazione delle aree naturali ed infine partecipare all'azione di rafforzamento della maglia delle imprese potenzialmente competitive, sono i principali obiettivi del piano.

Dall'analisi presentata e dalla descrizione dell'attuazione in Sardegna delle misure di accompagnamento e delle indennità compensative si denota quanto il pacchetto di interventi svolga un ruolo fondamentale per garantire gli equilibri economici e sociali delle aree rurali. La proiezione pluriennale degli interventi inoltre garantisce stabilità e sicurezza nelle scelte aziendali. Nell'impianto del piano di sviluppo, che come detto per le Regioni dell'Obiettivo 1 si articola nelle 3 misure di accompagnamento e nelle indennità compensative, acquista fondamentale importanza garantire la continuità degli interventi attivati in sede di programmazione precedente.
In tale senso la Commissione Europea, nel fissare i parametri di riparto degli stanziamenti tra gli Stati membri ha sottolineato la necessità di garantire la copertura finanziaria di tutti gli impegni assunti dagli Stati membri nei confronti dei produttori agricoli che hanno aderito alle misure di accompagnamento nei precedenti periodi di programmazione. Ciò comporta la proiezione degli oneri finanziari necessari al completo fabbisogno nella nuova fase di programmazione.

L'obiettivo primario del Piano di sviluppo rurale è dunque quello di garantire la continuità nell’attuazione delle politiche di accompagnamento alla PAC, garantendo gli impegni pluriennali e dando una risposta agli agricoltori che già hanno presentato domanda per la partecipazione ad un regime di aiuti contemplato dallo stesso Piano. Allo stesso tempo occorre garantire una coerente prosecuzione della corresponsione di indennità previste per sopperire agli svantaggi
naturali.

Documenti correlati:
PSR approvato con Decisione C(2001)4630 del21.12.2001
PSR modificato dal Comitato di Sorveglianza Regionale
PSR versione consolidata

Consulta le pagine:
Rapporto di valutazione intermedia del P.S.R. 2000/2006.