Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Marea gialla di Alghero, Cappellacci: "Regione in campo con 800 mila euro per sistema fognario"

"Per un primo chiarimento sull’origine del fenomeno, che al momento potrebbe essere ascritto a trascinamento di limi dallo stagno verso il mare ovvero ad un fenomeno di bloom algale, si attendono i risultati delle analisi. "La prossima settimana - ha concluso Cappellacci- convocheremo un incontro operativo con tutti gli enti interessati".
Fertilia Ponte Romano
CAGLIARI, 19 GIUGNO 2011 - "La Regione è mobilitata. Come è noto, si sono svolte le conferenze di servizi, alle quali ha partecipato anche il Comune di Alghero, che hanno condotto alla riattivazione del riutilizzo delle acque reflue del depuratore. E' in corso un confronto con il Consorzio di Bonifica della Nurra per avere conferma sull’effettiva destinazione del riutilizzo delle acque trattate dall’impianto di depurazione. Inoltre, abbiamo già destinato al problema fognario depurativo di Alghero, 800 mila euro provenienti dai fondi di cui all’articolo 109 della legge 388/2000".

Lo ha dichiarato il presidente della Regione, Ugo Cappellacci, in merito alla questione del fenomeno della cosiddetta "marea gialla" ad Alghero. "Abbiamo inoltre attivato un confronto - ha aggiunto Cappellacci - con la società Abbanoa, che conferma la regolarità del funzionamento degli impianti di cui cura la gestione". Il presidente della Regione ha inoltre comunicato che sarà curata dall’Arpas un’analisi chimica spinta delle acque marine sede del fenomeno.

"Per un primo chiarimento sull'origine del fenomeno, che al momento potrebbe essere ascritto a trascinamento di limi dallo stagno verso il mare ovvero ad un fenomeno di bloom algale, si attendono i risultati delle analisi. La prossima settimana - ha concluso Cappellacci- convocheremo un incontro operativo con tutti gli enti interessati".