Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Commercio: via libera all'istruttoria domande contributi Legge 9

"Il provvedimento, dopo un confronto collaborativo con le associazioni di categoria – spiega l’assessore regionale Luigi Crisponi -, costituisce un ulteriore dimostrazione dell’impegno posto in essere dall’assessorato per la semplificazione dell’iter di spesa delle risorse, venendo incontro alle esigenze del settore commercio, che soffre di una crisi congiunturale senza precedenti".
Cagliari, via Roma
CAGLIARI, 22 LUGLIO 2011 - Un provvedimento dell'assessorato regionale del Turismo, Artigianato e Commercio ha dato il via libera alla spendita di oltre 4 milioni di euro, che permetterà lo scorrimento della graduatoria per le agevolazioni previste per il penultimo bando della legge regionale 9 del 2002 (contributi alle imprese del commercio), nell’ambito del quale erano già state istruite le proposte di contributi delle prime 127 aziende in graduatoria. Con la determina dell’assessorato si dà mandato al Banco di Sardegna, ente preposto all’erogazione dei fondi, di avviare l’istruttoria per le domande presentate da altre 210 imprese, tutte collocate al 128esimo posto nella graduatoria aggiornata, con medesimo punteggio. Il totale delle erogazioni metterà in moto un monte investimenti per circa 8 milioni di euro che rappresentano un boccata d’ossigeno per il settore.

"Il provvedimento, dopo un confronto collaborativo con le associazioni di categoria – spiega l’assessore regionale Luigi Crisponi -, costituisce un ulteriore dimostrazione dell’impegno posto in essere dall’assessorato per la semplificazione dell’iter di spesa delle risorse, venendo incontro alle esigenze del settore commercio, che soffre di una crisi congiunturale senza precedenti”.

Tra le 210 proposte in graduatoria che saranno istruite, 58 provengono dalla provincia di Cagliari, altrettante da quella di Sassari, 48 dalla provincia di Nuoro, 15 dal Medio Campidano, 12 dall’Ogliastra, 11 dalla Gallura, 4 dalla provincia di Oristano e dal Sulcis. Di esse meno di un quarto (40) sono pratiche per contributo abbattimento in conto interessi, ossia solo per il finanziamento d’esercizio, le restanti (170) sono investimenti con contributo a fondo perduto e contributo per abbattimento in conto interessi. Le agevolazioni medie richieste nelle 210 pratiche è di 48mila euro per azienda, comprese le aziende che non investono ma chiedono soltanto il finanziamento in conto esercizio agevolato. L’investimento medio per azienda, invece, è pari a 74mila euro.


Consulta il bando