Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Piano fasce fluviali. Assessore Nonnis incontra i sindaci province Cagliari e Carbonia-Iglesias

"E' fondamentale concertare il Piano con le amministrazioni locali - ha detto l'assessore Nonnis - attendiamo quindi l'importante contributo dei sindaci che, meglio di tutti, conoscono le problematiche del proprio territorio perché le affrontano quotidianamente. Dopodiché daremo seguito alle procedure di approvazione".
Cascata
CAGLIARI, 27 SETTEMBRE 2011 - Stamane a Cagliari, nella sede della Provincia, l’assessore dei Lavori pubblici, Angela Nonnis, ha dato il via alle conferenze preliminari sul Piano stralcio fasce fluviali. Inizia così la concertazione con le istituzioni territoriali per recepire eventuali osservazioni, in linea con quanto stabilito dal Comitato istituzionale dell’Autorità di Bacino. In particolare, l’esponente della Giunta regionale ha incontrato oggi i rappresentanti dei comuni delle province di Cagliari e Carbonia-Iglesias, i quali hanno suggerito diverse indicazioni.

"E' fondamentale concertare il Piano con le amministrazioni locali - ha detto l'assessore Nonnis - attendiamo quindi l'importante contributo dei sindaci che, meglio di tutti, conoscono le problematiche del proprio territorio perché le affrontano quotidianamente. Dopodiché daremo seguito alle procedure di approvazione".

"La Regione deve adottare questo strumento di tutela fondamentale - ha aggiunto - così come hanno fatto molte altre regioni italiane, per garantire la sicurezza delle persone e salvaguardare l'ambiente". Conclusa la fase di confronto, che prevede altri quattro incontri in tutta la Sardegna sino al 7 ottobre prossimo e terminato l’esame delle eventuali osservazioni circostanziate, previe correzioni, si darà seguito all’approvazione del Piano secondo l’articolo 9 della Legge regionale 19/2006. Il primo atto sarà l’adozione preliminare da parte del Comitato istituzionale dell’Autorità di Bacino e la conseguente entrata in vigore delle misure di salvaguardia.

Il Piano stralcio delle fasce fluviali è uno studio che definisce le aree di salvaguardia dei corsi d’acqua principali della Sardegna. È uno strumento obbligatorio per legge nel rispetto della Direttiva 2007/60/CE del Parlamento europeo e del Consiglio europeo del 23/10/2007, relative alla valutazione e alla gestione dei rischi da alluvioni. Norme poi recepite dal Decreto legislativo 23/02/2010 numero 49.

Entro il 2013 il Piano dovrà essere reso operativo a pieno titolo, pena la procedura di infrazione dell’Unione europea, passando dalla localizzazione delle aree di pericolosità alla valutazione dei rischi, a salvaguardia della sicurezza idrogeologica dei territori e, prioritariamente, della vita umana.


Calendario degli altri incontri:
28 settembre
- ore 9.30, sala consiliare Provincia di Oristano, via Enrico Carboni: incontro comuni province Oristano e Medio Campidano

6 Ottobre
- ore 10.00, sala consiliare Provincia di Sassari, piazza Italia;
- ore 16.00, sala consiliare Provincia di Olbia Tempio, via Nanni 43

7 Ottobre
- ore 10.00, sala consiliare Provincia di Nuoro, via Italia 22: incontro comuni province Nuoro e Ogliastra