Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Piano Casa - Cappellacci: "Approvata legge voluta dai sardi"

"Le norme - ha aggiunto il presidente della Regione - non vanno a incidere sul consumo del territorio perchè riguardano cubature gia' esistenti. Le accuse su una presunta volontà di cementificare il territorio provenienti dai banchi del centro-sinistra sono, pertanto, respinte al mittente".
edilizia
CAGLIARI, 8 NOVEMBRE 2011 - "Quella approvata oggi è una legge voluta dai Sardi sia per il rilancio dell'economia sia per andare incontro alle esigenze abitative delle famiglie". Così il presidente Ugo Cappellacci ha commentato l'approvazione del Piano Casa in Consiglio regionale. "Un rilancio che vogliamo porre in essere nel rispetto del patrimonio ambientale e paesaggistico della Sardegna".

"Le norme - ha aggiunto il presidente della Regione - non vanno a incidere sul consumo del territorio perchè riguardano cubature gia' esistenti. Le accuse su una presunta volontà di cementificare il territorio provenienti dai banchi del centro-sinistra sono, pertanto, respinte al mittente".

"L'approvazione - ha aggiunto Cappellacci - è stata caratterizzata da un segnale positivo da parte della maggioranza, che non ha subito cedimenti durante le votazioni svolte a voto segreto".

Il presidente si è, infine, soffermato su un passaggio del dibattito: "E' da sottolineare positivamente - ha concluso - il fatto che l'aula, rivedendo il proprio indirizzo, abbia modificato l'emendamento 79, che, nella formulazione originaria avrebbe creato il caos e compromesso l'attività del Consiglio, che sarebbe stato costretto a occuparsi di decine e decine di pratiche, dilatando irrimediabilmente i già lunghi tempi di esitazione delle istanze presentate dai Comuni".

Piano Casa: Rassu, "Nessun rischio di inapplicabilità"