Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Pesca del corallo

Graduatoria rettificata delle autorizzazioni alla pesca del corallo nelle acque territoriali della Sardegna e alcune disposizioni integrative in merito all’utilizzo del giornale di bordo. I pescatori autorizzati potranno esercitare la pesca del corallo equipaggiati con apparecchi individuali per la respirazione subacquea, esclusivamente mediante l'uso della piccozza, a profondità non inferiori a 80 metri.
corallo lavorazione
CAGLIARI, 12 LUGLIO 2012 - L'Assessorato dell'Agricoltura e riforma agro-pastorale ha rettificato la graduatoria delle autorizzazioni alla pesca del corallo nelle acque territoriali della Sardegna e fornito alcune disposizioni integrative in merito all’utilizzo del giornale di bordo.

Le disposizioni, in particolare, riguardano:

- la compilazione del giornale di bordo per tutte le uscite in mare dell’unità da pesca anche quando il prelievo di corallo rosso è nullo;
- in caso di impossibilità di effettuare lo sbarco del corallo rosso prelevato presso i porti di sbarco designati nell’arco della stessa giornata di prelievo durante gli orari previsti dalle ordinanze dell’autorità marittima competente, la consegna o la trasmissione via fax o posta elettronica da parte del comandante e/o armatore dell’unità da pesca nel più breve tempo possibile, in ogni caso non superiore a 24 ore, all’Autorità marittima competente della copia del giornale di bordo debitamente compilato e sottoscritto unitamente alla copia della dichiarazione di assunzione in carico. Il comandante provvederà allo sbarco del corallo prelevato e alla conseguente vidimazione del giornale di bordo da parte dell’autorità marittima competente entro 48 ore dall’arrivo in porto per le giornate di pesca dal lunedì al giovedì ,o entro 72 ore se la pesca avviene nel giorno di venerdì;
- il divieto di effettuare più di tre giornate di pesca consecutive senza aver effettuato un’operazione di sbarco.

Ricordiamo agli ammessi in graduatoria che dovranno versare la tassa regionale di mille euro. Il pescatore ammesso con riserva è tenuto al pagamento solo dopo aver provveduto all'integrazione dei documenti mancanti.

La ricevuta di versamento dovrà essere presentata all'Assessorato regionale dell'Agricoltura e riforma agro-pastorale, Servizio pesca, via Pessagno n. 4, 09126 Cagliari, entro 30 giorni dalla data di ricevimento della comunicazione di accoglimento della richiesta di autorizzazione.

I pescatori autorizzati potranno esercitare la pesca del corallo equipaggiati con apparecchi individuali per la respirazione subacquea, esclusivamente mediante l'uso della piccozza, a profondità non inferiori a 80 metri. Il periodo di pesca si conclude il 30 settembre 2012.

Consulta i documenti

Informazione a cura dell'Urp della Presidenza