Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


SS 554, siglata intesa Regione, Comune, Anas per cessione e lavori tratto strada di Quartu Sant'Elena

"L'atto che sigliamo oggi - ha detto il Presidente - è un ulteriore passo in avanti che va oltre il dato formale: la declassificazione e la cessione al Comune del tratto di strada che ricade nel suo territorio non solo è propedeutica agli atti di delega che l'Assessorato effettuerà a favore dell'ente locale, ma ha un valore ancora più rilevante perché è lo strumento che rende l'amministrazione civica protagonista di un'azione strategica nel territorio che coinvolge l'intera area urbana".
CAGLIARI, 19 DICEMBRE 2012 - Siglato il protocollo d'intesa tra Regione, Comune di Quartu Sant'Elena ed Anas per la messa in sicurezza e la declassificazione del tratto della Strada statale 554 ricadente nel territorio cittadino. Il presidente, Ugo Cappellacci, l’assessore dei Lavori pubblici, Angela Nonnis, con il sindaco, Mauro Contini, e il capo compartimento sardo Anas, Oriele Fagioli, hanno sottoscritto il documento che di fatto conferma il trasferimento delle risorse per i lavori e della competenza su quattro chilometri di strada al Comune di Quartu Sant’Elena. "L'atto che sigliamo oggi - ha detto il Presidente - è un ulteriore passo in avanti che va oltre il dato formale: la declassificazione e la cessione al Comune del tratto di strada che ricade nel suo territorio non solo è propedeutica agli atti di delega che l'Assessorato effettuerà a favore dell'ente locale, ma ha un valore ancora più rilevante perché è lo strumento che rende l'amministrazione civica protagonista di un'azione strategica nel territorio che coinvolge l'intera area urbana".

Il protocollo d’intesa definisce gli adempimenti necessari affinché la porzione di strada statale 554 compresa tra lo svincolo per l'"Orientale Sarda" e la rotatoria del Margine Rosso, precisamente tra il chilometro 10,9 e 14,7, sia convertita in strada urbana e quindi possa essere ceduta al Comune. "Il risultato di oggi - ha detto Nonnis - è frutto di una visione della viabilità condivisa da tutta l'area vasta cagliaritana e di un importante impegno della Regione nel reperimento delle risorse necessarie per la messa in sicurezza di un asse viario strategico".
Di seguito, a fronte di un finanziamento dell’assessorato pari a 20 milioni di euro, Quartu Sant’Elena potrà completare la progettazione e dare avvio all’esecuzione dei lavori di quella che diventerà la nuova via d’accesso al mare. La trasformazione da strada statale a strada cittadina della 554 quartese assolverà anche alla funzione di collegamento tra la parte residenziale della città che si è sviluppata intorno all’asse viario e le zone dedicate ai servizi. Il progetto preliminare prevede in particolare la realizzazione di tre intersezioni a rotatoria al posto degli attuali semafori e un sistema di collegamento alla rete viaria circostante costituito da complanari. Il procedimento di conversione a strada urbana sarà esteso anche al tracciato della ex Statale 125 compreso tra i chilometri 9,7 e 9,9 vicino all’accesso dalla via Marconi alla Statale 554. A seguito della firma di oggi, quindi, il Comune di Quartu Sant’Elena potrà essere delegato dalla Regione all’esecuzione delle opere previste nel lotto 2 nell’ambito del più ampio progetto di messa in sicurezza della circonvallazione dell’area vasta cagliaritana. Dopo la comparsa sulla Gazzetta Ufficiale delle delibere Cipe sul Piano per il Sud 62/2011 e 93/2012, il quadro finanziario complessivo per l’eliminazione degli svincoli a raso della importante arteria stradale raggiunge 233,2 milioni di euro. Sulla base di queste risorse l’assessore Nonnis ha decretato la suddivisione degli interventi in 6 lotti individuando gli enti attuatori e le modalità di esecuzione. Oltre all’eliminazione degli incroci, i progetti sulla 554 prevedono l’adeguamento dell’asse principale, degli svincoli e delle relative complanari, curati principalmente dall’Anas, allo scopo di risolvere anche le problematiche recentemente sollevate sugli accessi alle proprie aziende dai titolari delle attività commerciali e artigianali. I lavori sull’asse stradale e sulle intersezioni rientrano nelle competenze della Società nazionale Strade. Le opere che prevedono lo scavalco dell’asse viario senza intervenire sulla strada statale saranno realizzate direttamente dall’assessorato dei Lavori Pubblici. Coerentemente con le indicazioni dell’Accordo di programma stipulato nel luglio 2008 e con il decreto assessoriale, infine, alcuni interventi relativi alla viabilità complementare, come appunto quello che sarà realizzato a Quartu Sant’Elena, sono stati affidati dalla Regione ai Comuni mediante l’istituto della delega.