Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Teatro Lirico: Cappellacci, "Rimuovere subito anomalia e ricominciare con spirito costruttivo"

La Regione - ricorda il presidente - ha stanziato ingenti somme per sostenere quella che deve essere un'eccellenza dell'intera isola. Onde evitare che il risultato di questi investimenti pubblici sia compromesso o ben al di sotto delle aspettative è fondamentale assicurare una gestione idonea a valorizzare le risorse a disposizione".
Teatro Lirico di Cagliari
CAGLIARI, 24 GENNAIO 2013 - "Occorre rimuovere le gravi ed evidenti anomalie derivanti da un procedimento discutibile ed avviare un percorso finalizzato al rilancio del Teatro lirico di Cagliari, ripristinando un quadro in cui tutti i soggetti coinvolti possano collaborare proficuamente, all'insegna della legittimità e nel rispetto dello statuto".

Lo ha dichiarato il presidente della Regione, Ugo Cappellacci, ritornando sul tema relativo alla nomina del sovrintendente del Teatro lirico di Cagliari, oggetto di una lettera del Ministero per i Beni Culturali e di una formale contestazione da parte della RSU del teatro.

"Man mano che si va avanti - ha aggiunto il presidente - le perplessità già espresse a suo tempo dalla Regione Sardegna non solo non sono state fugate, ma hanno trovato ulteriori conferme, tanto da consigliare un'immediata inversione di rotta. La Regione - ricorda il presidente - ha stanziato ingenti somme per sostenere quella che deve essere un'eccellenza dell'intera isola. Onde evitare che il risultato di questi investimenti pubblici sia compromesso o ben al di sotto delle aspettative è fondamentale assicurare una gestione idonea a valorizzare le risorse a disposizione".