Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Ss 125, Incontro Regione-Anas: nuovi accorgimenti per sicurezza

Il dirigente Anas ha garantito che la strada è sicura e che tutte le norme previste in merito sono rispettate mentre l’assessore ha sollecitato la Società strade a mettere in campo ulteriori accorgimenti per elevare il livello di salvaguardia degli automobilisti.
statale 125
CAGLIARI, 18 MARZO 2013 - Si è tenuto stamattina nella sede della Regione l’incontro tra l’assessore dei Lavori Pubblici, Angela Nonnis, e il responsabile dell’Area manutenzione dell’Anas Sardegna, Enrico Atzeni, per fare il punto sulle condizioni di sicurezza della Strada statale 125. Il dirigente Anas ha garantito che la strada è sicura e che tutte le norme previste in merito sono rispettate mentre l’assessore ha sollecitato la Società strade a mettere in campo ulteriori accorgimenti per elevare il livello di salvaguardia degli automobilisti. È stata quindi individuata una serie di interventi da realizzare: per esempio sarà integrato il servizio di informazione attraverso i pannelli luminosi a messaggio variabile, nei casi di allerta meteo e saranno installati nuovi cartelli per segnalare i controlli della velocità da parte della Polizia Stradale. Anas ha fatto sapere inoltre che anche nell’isola entrerà in funzione il nuovo sistema di rilevazione elettronica della velocità media e istantanea, tutors "Vergilius", già attivo su alcune strade del Continente sotto la gestione della Polizia Stradale. "Abbiamo richiesto all’Anas - ha detto Nonnis - di prevedere la posa di asfalto drenante non solo nelle strade di nuova costruzione ma anche in quelle esistenti, sempre nell’ottica del miglioramento delle condizioni di sicurezza". Sarà infine effettuata una verifica sulla visuale nei tratti più critici della Statale. "Gli incontri come quello odierno si inquadrano in un confronto costante e proficuo che la Regione porta avanti con l’Anas - ha concluso l’assessore - e integrano le attività che questa amministrazione promuove nell’ambito della sicurezza stradale, come la costituzione del centro regionale di monitoraggio che sarà presto sottoposta all’attenzione della Giunta".