Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Proseguimento del programma di ripopolamento dell'aragosta rossa

La durata totale del programma è stabilita in massimo 26 mesi di cui: un periodo preliminare di due mesi per l'adempimento delle attività di richiesta e rilascio delle autorizzazioni per le imbarcazioni e gli operatori coinvolti e un periodo di attuazione di 24 mesi.
Aragosta
CAGLIARI, 26 GIUGNO 2013 - L'Assessore regionale dell'Agricoltura ha disposto il proseguimento del programma di ripopolamento attivo dell'aragosta rossa (Palinurus elephas).

Sono istituite cinque zone di ripopolamento, suddivise in 11 sottozone:
1) zona costa settentrionale, suddivisa nelle sottozone Isola Rossa e Castelsardo;
2) zona costa nord occidentale, suddivisa nelle sottozone di Alghero, Bosa nord e Bosa sud;
3) zona costa centro – occidentale, suddivisa nelle sottozone di Oristano,Oristano I e Cabras;
4) costa sud-occidentale, suddivisa nelle sottozone di Buggerru e Sant'Antioco;
5) costa sud-orientale, suddivisa nella sottozona di Capo Ferrato.

Per l'intera durata del programma è consentita la cattura degli individui di aragosta, presenti nelle zone di ripopolamento, esclusivamente per le finalità di ricerca scientifica connesse con lo stesso programma.

Le operazioni di pesca, la detenzione e l'immissione delle aragoste sottotaglia potranno avvenire esclusivamente su imbarcazioni e da parte di operatori autorizzati dall'Assessorato dell'Agricoltura e riforma agro pastorale e con la presenza, a bordo dell'imbarcazione, del personale del Dipartimento di scienze della vita e dell'ambiente dell'Università degli studi di Cagliari, anch'esso appositamente autorizzato dall'Assessorato dell'Agricoltura.

Tali attività e operazioni potranno essere svolte in qualsiasi periodo dell'anno.

Consulta il decreto



Informazione a cura dell'Urp della Presidenza