Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Energia: incontro a Monaco fra Cappellacci e TUV SUD. Il presidente, Sardegna modello energetico al centro del Mediterraneo

Al centro del confronto, oltre alla presentazione dei principali progetti in cui è oggi impegnato il gruppo TUV nel mondo, anche l'importanza della Sardegna quale piattaforma energetica del Mediterraneo e i possibili fronti della collaborazione fra il gruppo TUV e la Regione.
Pannelli fotovoltaici energia alternativa rinnovabili
MONACO DI BAVIERA, 29 LUGLIO 2013 - Importante incontro del Presidente della Regione e della delegazione sarda a Monaco di Baviera con i rappresentanti del gruppo TUV, uno dei più grandi gruppi mondiali impegnato nella progettazione e nella ricerca applicata di sistemi energetici intelligenti, le cosiddette Smart grid. Al centro del confronto, oltre alla presentazione dei principali progetti in cui è oggi impegnato il gruppo TUV nel mondo, anche l'importanza della Sardegna quale piattaforma energetica del Mediterraneo e i possibili fronti della collaborazione fra il gruppo TUV e la Regione.

Il presidente della Regione si è soffermato sulle scelte di rottura con il passato compiute dall’isola, che con il progetto Sardegna CO2.zero, il Patto dei Sindaci e il piano Smart City ha imboccato con decisione la via della green economy, nella direzione indicata dalle politiche adottate a livello europeo. "La nostra terra – ha dichiarato il presidente - non è più destinataria di politiche calate dall’alto, ma si propone come modello da seguire sul piano nazionale ed internazionale e compie scelte forti per perse seguire uno sviluppo che non sia foriero solo di benefici economici, ma anche e soprattutto di un concreto miglioramento della qualità della vita dei cittadini. Scelte – ha evidenziato il presidente - che non chiedano più ai sardi di pagare una pesante contropartita per ogni posto di lavoro in termini di sicurezza, salute e rispetto dell’ambiente".

Particolare attenzione è stata dedicata al ruolo che la Sardegna potrebbe rivestire quale piattaforma energetica di collegamento fra le Regioni dell'Africa, dove vi è una vocazione significativa alla produzione di energia da fonti rinnovabili ed in particolare da accumulazione solare, ed il mercato nazionale ed europeo. Il presidente Cappellacci ha evidenziato come una possibile linea di collaborazione con il Gruppo TUV potrebbe riguardare proprio la fattibilità di un grande progetto che individui la Sardegna quale piattaforma energetica del Mediterraneo nel quadro delle prospettive strategiche che il Piano energetico e ambientale della Sardegna ha in fase di avanzata definizione.