Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Siglato accordo tra Comieco e Regione Sardegna per incrementare la raccolta differenziata di carta e cartoni

Sardegna regina del procapite al sud: 45,2 Kg per abitante nel 2013. Tra le iniziative in programma nell’accordo, un “Marchio di qualità”, attività formative e "le Cartoniadi", il campionato di raccolta di carta e cartone che coinvolgerà i Comuni dell’isola.
Assessore Spano firma dell’Accordo di Programma Quadro tra Comieco e RAS
CAGLIARI, 30 LUGLIO 2014 - Comieco - Consorzio Nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica - e Regione Autonoma della Sardegna hanno siglato oggi un accordo di programma quadro per aumentare la quantità e qualità della raccolta differenziata di carta e cartone sul territorio. Il progetto, di durata triennale, si articola in una serie di azioni e iniziative rivolte a cittadini, Istituzioni e comunità locali che avranno come obiettivo principale l’incremento dei dati di raccolta.

"Come ha evidenziato il XIX Rapporto Annuale Comieco sulla raccolta differenziata di carta e cartone in Italia – commenta Carlo Montalbetti, Direttore Generale Comieco – nel 2013 la Sardegna è stata tra le protagoniste a livello nazionale: con un incremento di raccolta del 5,2% rispetto al 2012, la Regione si posiziona al primo posto nella classifica del procapite al Sud, con ben 45,2 Kg/abitante-anno a fronte della media nella macroarea di 27 Kg/ab-anno. La Sardegna ha così soffiato il primo posto all’Abruzzo nell’appassionante testa a testa che dura ormai da alcuni anni. Cagliari è il Comune dell’isola che ha conferito più carta e cartone, quasi 28mila tonnellate, seguito da Sassari con oltre 13mila tonnellate e Nuoro, con 8mila tonnellate. Comieco ha trasferito ai Comuni della Regione, nel solo 2013, oltre 1 milione e 800 mila euro di corrispettivi”.

Tra le iniziative previste dall’accordo quadro, la promozione di un sistema di riconoscimento per quei Comuni che hanno messo in atto le migliori e più efficaci esperienze di raccolta differenziata (“Club dei Comuni EcoCampioni”); l’attivazione presso gli uffici pubblici del progetto “Carta Ufficio” per una più efficace raccolta di carta e cartone; il lancio sperimentale di un “Marchio di qualità” per le migliori esperienze di sistemi di raccolta differenziata e riciclo di varie utenze; la promozione di attività formative per operatori pubblici e privati del settore, in particolare sull’organizzazione di sistemi di gestione efficaci, efficienti ed economici dei materiali cellulosici.

Rientra nell’accordo una nuova edizione delle Cartoniadi, il campionato della raccolta differenziata di carta e cartone che vedrà i Comuni della Sardegna contendersi il titolo di "Campione del riciclo". L’iniziativa, che dal 2006 coinvolge milioni di italiani in diverse città e Regioni del territorio nazionale, vuole sensibilizzare i cittadini sull’importanza di effettuare una corretta raccolta differenziata di carta e cartone, sui benefici ambientali ed economici che ne derivano e più in generale stimolare una maggiore attenzione alla tutela dell’ambiente.

"Insieme alla Regione Sardegna puntiamo a stimolare comportamenti virtuosi e l’impegno di tutti i cittadini ad effettuare la raccolta differenziata, per raggiungere l’obiettivo comune di una più corretta gestione dei rifiuti, migliorando anche la qualità della raccolta sull’isola” continua Montalbetti. “Nel 2013 il Sud ha guidato la raccolta differenziata di carta e cartone in Italia: con il 4,8% di incremento, il Meridione ha superato Centro e Nord, e la Sardegna ha partecipato a questo risultato con un contributo fondamentale. Le oltre 75mila tonnellate raccolte sull’isola possono ancora crescere e siamo sicuri che con le iniziative previste da questo accordo quadro miglioreremo questi risultati a beneficio della collettività”.

"La Regione Sardegna crede molto in tutte le azioni che consentono di sensibilizzare i cittadini sulla raccolta differenziata” ha dichiarato Donatella Spano, Assessore alla difesa dell’ambiente della Regione Sardegna. "A tal proposito ricordo che, grazie agli sforzi di tutti noi, la Sardegna ha fatto molti passi avanti negli ultimi anni, raggiungendo brillanti risultati, fra cui il 49% di raccolta differenziata e il dimezzamento dei rifiuti conferiti in discarica: tali risultati collocano la nostra tra le Regioni italiane più virtuose. Durante questo percorso è stato prezioso l’accordo di programma con il Conai ed i consorzi di filiera, nell’ambito del quale si inserisce l’iniziativa in questione. Elemento di novità dell’accordo di programma consiste nel tentativo di individuare le soluzioni normative idonee per rafforzare il sistema di riciclaggio sardo dando attuazione al criterio di prossimità".