Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Piano Sulcis: firmata l'intesa, 30 milioni per centro d'eccellenza sull'energia pulita

L'intesa, firmata tra Regione Sardegna, Ministero dello Sviluppo Economico, Enea e Sotacarbo prevede il finanziamento di un programma di attività di ricerca decennale e consente di sbloccare un altro pezzo del Piano Sulcis.
Carbonia miniera di Serbariu
CAGLIARI, 8 AGOSTO 2014 - Trenta milioni di euro per avviare il centro d'eccellenza sull'energia pulita nel polo tecnologico del Sulcis. L'intesa, firmata oggi tra Regione Sardegna, Ministero dello Sviluppo Economico, Enea e Sotacarbo - che prevede il finanziamento di un programma di attività di ricerca decennale - consente di sbloccare un altro pezzo del Piano Sulcis.

IL CENTRO DI RICERCA. Il centro di ricerca avrà rilevanza a livello nazionale nel campo dell’innovazione tecnologica, e ha solide prospettive future. In Sardegna, più precisamente nei laboratori e negli impianti della miniera di Serbariu a Carbonia, verrà resa operativa una grande piattaforma tecnologica nel settore delle energie pulite.

L'ATTIVITA'. Le principali linee di attività sulle quali opererà il centro saranno le tecnologie per l'uso sostenibile di combustibili fossili, l'efficienza energetica nell'edilizia, lo sviluppo delle fonti rinnovabili con sistemi di accumulo e la valorizzazione energetica dei rifiuti e degli scarti della chimica verde.

L'accordo prevede che i soggetti attuatori, Enea e Sotacarbo, effettuino le attività di ricerca presso le infrastrutture presenti nell'area del Sulcis, attivando sinergie in sede locale per massimizzare le ricadute territoriali delle conoscenze prodotte.