Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Trasporti: parte domani la settimana europea della Mobilità Sostenibile

Un'intera settimana, dal 16 al 22 settembre, dedicata alla mobilità sostenibile e alle iniziative che promuovono il benessere psicofisico grazie all'utilizzo di mezzi alternativi all'auto e alla riduzione delle emissioni di C02 nell'aria. L'iniziativa della Commissione Europea è promossa nell'Isola dalla Regione Sardegna attraverso il progetto del POR FESR Bicimipiaci.
La Settimana Europea della Mobilità Sostenibile
CAGLIARI, 15 SETTEMBRE 2014 - Parte domani la Settimana europea della Mobilità sostenibile che, fino al 22 settembre, sensibilizzerà amministrazioni e cittadini a scegliere mezzi alternativi all’auto negli spostamenti quotidiani, per ridurre il traffico e l’inquinamento a vantaggio di un stile di vita più sano ed equilibrato. Voluta dalla Commissione europea e sostenuta dal Ministero dell’Ambiente, in Sardegna viene promossa dalla Regione attraverso il progetto "BICIMIPIACI", che comprende le iniziative sulla ciclabilità realizzate da Enti locali, associazioni e da tutti i soggetti sottoscrittori degli Accordi di programma finanziati dal POR FESR 2007/2013, col coordinamento dell’assessorato della Programmazione e la collaborazione di Trasporti e Lavori pubblici.

A partire proprio dagli Accordi di programma sulla mobilità sostenibile, sottoscritti nel 2012 per l’Area metropolitana di Cagliari e per l’Area vasta di Sassari, la Regione si è fatta parte attiva nella diffusione delle forme di trasporto alternative all’utilizzo individuale dell’automobile. In particolare, i due Accordi, che coinvolgono 23 Comuni e altri enti, prevedono entro il 2015 la realizzazione di piste ciclabili e infrastrutture di servizio nelle due aree per uno stanziamento totale di 9,8 milioni del POR FESR.

Nell’ambito del ciclo di Programmazione 2014/2020, in linea con gli obiettivi di Europa 2020, la Giunta regionale ha confermato e rafforzato l’impegno in questa direzione. Con una dotazione di 18,9 milioni di euro, verranno completate le azioni previste dagli Accordi, avviati specifici "Progetti pilota per la mobilita urbana integrata e sostenibile" nelle principali realtà urbane e turistiche e altri interventi come, tra gli altri, la bigliettazione integrata, la rete di sentieri e ciclovie, il recupero a fini turistici di vecchi tracciati ferroviari.

Quest’anno, la partecipazione della Regione al programma della Settimana sostenibile viene arricchito dall’avvio della sperimentazione del Biglietto unico integrato, dalla consultazione avviata dall'Assessorato ai Lavori Pubblici con tutte le associazioni qualificate per il nuovo Piano delle Infrastrutture, dalla partenza dell'indagine con la quale la Regione, in collaborazione col Centro di Ricerche Modelli di Mobilità – CriMM dell'Università di Cagliari, rileverà le abitudini sugli spostamenti casa-lavoro dei dipendenti regionali.

Ma non solo: grazie a "BICIMIPIACI", fino al 22 settembre sono previste circa 60 iniziative organizzate in 18 Comuni, in collaborazione con le associazioni ciclistiche locali. Per domani, 16 settembre, sono di particolare interesse i seguenti appuntamenti.

A Cagliari, dalle ore 19 alle 21, nelle postazioni fisse di piazza Garibaldi e in alcune postazioni mobili, l’associazione Città Ciclabile FIAB, in collaborazione con il Comune di Cagliari, organizza "Ciclista Illuminato" per promuovere l’utilizzo tra i ciclisti cittadini degli strumenti di segnalazione nelle ore notturne. Iniziative di educazione stradale nelle scuole Is Guadazzonis e Randaccio, organizzate dal Comitato Amsicora 2020 in collaborazione con il Comune di Cagliari e con le associazioni ciclistiche cittadine.

Sempre domani, a Quartu Sant’Elena viene inaugurata un’esposizione che racconta la storia della bicicletta attraverso modelli, oggetti storici e immagini d’epoca: alle 18, all’ex Convento dei Cappuccini di via Brigata Sassari, con l’organizzazione del Comune di Quartu, in collaborazione con l’associazione Fotocineclub 2001. Il titolo della mostra è "Mobilità sostenibile e ciclabilità" e propone un percorso storico dagli albori delle due ruote fino ai giorni nostri con fotografie, maglie e attrezzature storiche delle associazioni ciclistiche cittadine e bicicli di tutte le epoche. La mostra rimarrà aperta al pubblico per l’intera Settimana della mobilità. Nell’hinterland, ad Assemini parte l’iniziativa permanente "A scuola senz’auto": stop ad automobili e smog con l’istituzione di zone a traffico limitato in prossimità di 4 scuole materne, 3 scuole elementari e 1 scuola media.

Tutte le informazioni e gli approfondimenti sono disponibili nella sezione "BICIMIPIACI" dei siti SardegnaMobilità e SardegnaProgrammazione.