Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Pesca: Falchi incontra sottosegretario Castiglione ad As do mar di Olbia

Al centro dei colloqui il futuro del comparto ittico, con la Falchi che si è detta "disponibile a sostenere e affiancare i modelli di produzione virtuosi, come quelli già avviati nella città gallurese con una filiera completa che garantisca la pesca del tonno e la sua trasformazione".
Falchi incontra sottosegretario Castiglione ad As do mar di Olbia
OLBIA, 20 OTTOBRE 2014 - "La Regione punta a creare valore ed è suo compito realizzare le condizioni per attrarre investimenti delle aziende che creino occupazione e lavoro. Per questo, come giunta crediamo e puntiamo sull'agroalimentare: risorsa imprescindibile per lo sviluppo della nostra isola". Così l'assessore dell'Agricoltura, Elisabetta Falchi, a margine dell'incontro di questo pomeriggio negli stabilimenti As do mar di Olbia, dove si è confrontata con il sottosegretario delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Giuseppe Castiglione, i rappresentanti dell'azienda e i rappresentanti istituzionali del territorio.

Al centro dei colloqui il futuro del comparto ittico, con la Falchi che si è detta "disponibile a sostenere e affiancare i modelli di produzione virtuosi, come quelli già avviati nella città gallurese con una filiera completa che garantisca la pesca del tonno e la sua trasformazione".

L'occasione è servita anche per fare il punto, con il direttore della Pesca marittima e dell'acqua coltura del ministero, dott. Riccardo Rigillo, sull'andamento della spesa delle risorse del FEP (Fondo Europeo Pesca) 2007-2013 e sulle misure necessarie da attivare per evitare il disimpegno. "Stiamo trattando con il governo un percorso che consenta alla Sardegna, nella fase della nuova programmazione del FEAMP (Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca) 2014-2020, - ha detto Falchi - di giocare un ruolo importante, in termini di attribuzione di risorse, di bandi e misure da attivare. Riteniamo infatti che lo sviluppo del settore pesca, dalle grandi potenzialità ancora inespresse, abbia grandi energie da far crescere sia nel campo della produzione sia della trasformazione".