Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Pesca e servitù militari: a breve i tavoli con operatori e sindaci per indennizzi e modifiche dei Protocolli

Dall'incontro è scaturito l'impegno di aprire un tavolo istituzionale con il coinvolgimento dell'Assessorato dall'Agricoltura, di tutte le associazioni del settore, gli amministratori e le comunità locali.
Pesca barche pescatori
CAGLIARI, 12 NOVEMBRE 2014 - È stata ricevuta questa mattina, presso la Presidenza, dal capo di gabinetto Filippo Spanu e dal direttore generale Alessandro De Martini, la delegazione dei pescatori del Sulcis che manifestava sotto il palazzo della Regione in viale Trento. Al centro delle richieste, la questione degli indennizzi derivanti dalle servitù militari.

"Avevamo promesso ai pescatori che li avremmo ricevuti e lo abbiamo fatto. Adesso, in coerenza con il più ampio tema delle servitù, che la giunta Pigliaru sta portando avanti con importanti obiettivi di medio e lungo termine, cogliamo l'occasione per dare priorità ai temi legati a questo importante comparto allargando la discussione a tutti gli operatori" ha dichiarato Filippo Spanu. Dall'incontro della mattina è scaturito dunque l'impegno di aprire un tavolo istituzionale con il coinvolgimento dell'Assessorato dall'Agricoltura, di tutte le associazioni del settore, gli amministratori e le comunità locali.

Entro il 15 dicembre, inoltre, si è addivenuto di dare avvio a un tavolo tecnico per predisporre le più idonee modifiche ai Protocolli già in essere con il Ministero. Ulteriore impegno è stato quello di verificare immediatamente celerità e tempestività degli indennizzi 2013, come richiesto dai pescatori.