Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Mercoledì 19 presentazione della Carta Bioclimatica della Sardegna

Nel corso della prima parte ci saranno le relazioni degli autori della Carta che esporranno la metodologia utilizzata per la sua elaborazione, le applicazioni sugli studi della vegetazione in Sardegna e le possibili applicazioni e gli studi bioclimatici in Italia. Le relazioni saranno precedute da un intervento che affronterà il tema della scienza del clima.
Carta bioclimatica della Sardegna
CAGLIARI, 17 NOVEMBRE 2014 - Mercoledì 19 novembre 2014, presso la Sala Anfiteatro della Regione Sardegna sita in via Roma 253, con inizio alle ore 9:30 verrà presentata la Carta Bioclimatica della Sardegna, realizzata dal Dipartimento Meteoclimatico dell'ARPAS, il Dipartimento di Scienze della Natura e del Territorio dell'Università degli Studi di Sassari e la Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari e Ambientali dell'Università degli Studi della Basilicata attraverso l'analisi del territorio basata sul modello bioclimatico denominato "Worldwide BioclimaticClassification System" proposto da Rivas-Martìnez, che mette in relazione le grandezze del clima quali temperatura e precipitazioni con la distribuzione di specie e comunità vegetali sulla superficie terrestre (Rivas-Martìnez, 2004).

L'evento di presentazione della Carta Bioclimatica della Sardegna è articolato in due momenti. Nella prima parte, dopo i saluti da parte del direttore Generale dell'ARPAS, Ing. Alessandro Sanna e del Prof. Roberto Furesi, direttore del Dipartimento di Scienze della Natura e del Territorio dell'Università degli Studi di Sassari, è previsto l'intervento dell'assessore della Difesa dell'Ambiente, Prof.ssa Donatella Spano. Seguiranno le relazioni degli autori della Carta che esporranno la metodologia utilizzata per la sua elaborazione, le applicazioni sugli studi della vegetazione in Sardegna e le possibili applicazioni e gli studi bioclimatici in Italia. Le relazioni saranno precedute da un intervento che affronterà il tema della scienza del clima.

La seconda parte è dedicata alla tavola rotonda "La Carta Bioclimatica: un nuovo strumento per la pianificazione e la gestione del territorio e delle risorse ambientali della Sardegna" che costituisce l'occasione per un confronto e un proficuo scambio di idee tra gli Enti potenziali utilizzatori della Carta.

Il dibattito sarà animato dai rappresentanti dell'Assessorato dell'Agricoltura e della Riforma Agro-Pastorale, dell'Assessorato degli Enti Locali, Finanze e Urbanistica, dell'Assessorato della Difesa dell'Ambiente, dell'Agenzia per la ricerca in agricoltura della Regione Autonoma della Sardegna (Agris), del Centro Conservazione Biodiversità dell'Università degli Studi di Cagliari, del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell'Università degli Studi di Cagliari, del Nucleo Ricerca Desertificazione dell'Università degli Studi di Sassari e della Società Italiana per le Scienze del Clima attraverso i quali si cercherà di mettere in luce i possibili campi di applicazione della Carta Bioclimatica e di cartografie simili nei diversi ambiti operativi, quali la razionale gestione delle risorse ambientali e pianificazione del territorio, le politiche di tutela e di conservazione della natura, i piani energetici e di sviluppo sostenibile.

L'evento si inserisce nell'ambito delle iniziative del "GlSday 2014: alla scoperta dell'informazione geografica" che il 19 novembre 2014 celebra in tutta Italia la cultura e la tecnologia geografica. La partecipazione all'evento è aperta e gratuita.