Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Incontro Eni - Regione: accelerazione sulle bonifiche e confronto sugli investimenti

"Si è concordato un aggiornamento in tempi ristretti con il coinvolgimento del Ministero dello Sviluppo Economico per la ricognizione e il coordinamento dell'attività degli specifici tavoli tematici, che sono già avviati e che in Sardegna includono anche le parti sociali e i territori", ha detto il presidente della Regione, facendo riferimento al tavolo su bonifiche e aree dismesse, e a quello su chimica verde e nuove attività industriali.
Palazzo della Regione
ROMA, 13 GENNAIO 2015 - Questa sera a Roma, nella sede dell'Eni, il presidente Francesco Pigliaru ha incontrato l'amministratore delegato dell'Eni, Claudio Descalzi. Erano presenti al tavolo, per la Regione Sardegna, l'assessore dell'Industria Maria Grazia Piras e l'assessore dell'Ambiente Donatella Spano; per l'Eni Salvatore Sardo (Chief Downstream & Industrial Operations Officer) e i responsabili delle singole divisioni strategiche.

Vari i punti trattati, partendo dall'esame dello stato di attuazione del protocollo sulla chimica verde e il complessivo posizionamento strategico di Eni in Sardegna, sia attuale che nella prospettiva di sviluppo. Pur considerando i ritardi sull'adeguamento normativo comunitario e nazionale che definiva le condizioni competitive e di mercato ottimali per gli impianti di bioplastiche, Eni ha ribadito la volontà di investire in Sardegna, anche nella direzione di soluzioni orientate a superare il gap di competitività determinato dai costi dell'energia per imprese e famiglie. Sono stati confermati integralmente, inoltre, gli impegni sulle bonifiche, per le quali si è condivisa la necessità di una forte accelerazione anche nella direzione della massima valorizzazione delle imprese e delle maestranze locali e della messa a disposizione, per nuove attività, delle aree dismesse.

"E' stato un primo incontro interlocutorio per esporre le reciproche posizioni e avviare il confronto", ha commentato Francesco Pigliaru alla fine della riunione. "Si è concordato un aggiornamento in tempi ristretti con il coinvolgimento del Ministero dello Sviluppo Economico per la ricognizione e il coordinamento dell’attività degli specifici tavoli tematici, che sono già avviati e che in Sardegna includono anche le parti sociali e i territori", ha detto il presidente della Regione, facendo riferimento al tavolo su bonifiche e aree dismesse, e a quello su chimica verde e nuove attività industriali.