Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Statale 554, firmato l'accordo di programma fra Regione, Anas e sindaci. Via incroci a raso e semafori, gara aggiudicata entro dicembre

I tempi sono strettissimi: la gara dev'essere bandita entro giugno e aggiudicata entro dicembre. I lavori inizieranno fra fine 2016 e inizio 2017 e dovranno essere organizzati in modo da continuare a garantire la viabilità agli utenti riducendo al massimo i disagi. I lavori riguardano un tratto di circa 15 chilometri tra la rotonda del Margine Rosso e la Motorizzazione civile nel quartiere di Su Planu, fra Cagliari e Selargius.
CAGLIARI, 15 MAGGIO 2015 - È stato firmato dal presidente della Regione Francesco Pigliaru, dall'assessore dei Lavori Pubblici Paolo Maninchedda e da Anas, Provincia e Comuni di Cagliari, Monserrato, Selargius, Quartu Sant'Elena e Quartucciu, l'Accordo di Programma sull'intervento da 181 milioni di euro che rivoluzionerà la viabilità della "Statale Cagliaritana" cambiando la vita ai circa 400mila cittadini che ogni giorno la percorrono grazie all’eliminazione di semafori e incroci a raso. I tempi sono strettissimi: la gara dev'essere bandita entro giugno e aggiudicata entro dicembre. I lavori inizieranno fra fine 2016 e inizio 2017 e dovranno essere organizzati in modo da continuare a garantire la viabilità agli utenti riducendo al massimo i disagi. I lavori riguardano un tratto di circa 15 chilometri tra la rotonda del Margine Rosso e la Motorizzazione civile nel quartiere di Su Planu, fra Cagliari e Selargius.

"Siamo molto soddisfatti perché oggi portiamo a conclusione un iter iniziato molto tempo fa e perché si tratta di un lavoro portato avanti con tutto il territorio, adeguato nella progettazione e condiviso con i Comuni anche nella rapidità", dice il presidente della Regione Francesco Pigliaru. "Il cronoprogramma ha tempi molto stretti: questa è una infrastruttura importante, la faremo e la faremo presto. Abbiamo lavorato duro per non perdere i 147 milioni del Fondo di sviluppo e coesione e ciò che abbiamo fatto dimostra quanto sia importante avere molta progettazione pronta. Impegnandosi insieme si riesce a recuperare il tempo perduto. Adesso si apre la grande partita del Fsc 2014-2020 e servono idee, scelte nette e progetti strategici. A breve incontreremo il Governo - conclude il presidente Pigliaru - per dire quali sono le cose che la Sardegna vuole fare con questi fondi".

Entro la fine dell'anno sarà individuata l’impresa che effettuerà i lavori tramite una gara nella quale verrà utilizzato un punteggio per privilegiare la qualità architettonica dell’opera. L’intervento, oltre all’eliminazione di semafori e 7 incroci a raso, prevede la messa in sicurezza della strada anche attraverso la realizzazione di strade complanari e viadotti. "Se si lavorerà come finora si è lavorato, rispettando rigorosamente la tabella di marcia, entro il 2016 o al massimo ai primi del 2017 inizieranno i lavori – dice l’assessore Maninchedda – Sono previsti anche interventi per sistemare le aree intorno a Cagliari e agli altri comuni e quella tra Elmas e Decimomannu". L'intervento da 181 milioni è articolato in 147 milioni del Fsc, 30 milioni del Piano di Azione e coesione e 4 milioni del mutuo regionale per le opere pubbliche. "L'obiettivo è evitare i tempi lunghissimi dovuti all’imbottigliamento di circa 400mila persone che vengono a lavorare a Cagliari - conclude Maninchedda – Con questo intervento si dovrebbe rendere più fluido anche il traffico fra la 131 e la 125, quello che passa da Villasimius e arriva a Tortolì".