Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Gestione delle acque, Nicola Sanna nuovo presidente del Comitato istituzionale d'ambito

Il primo atto del nuovo Comitato è stato quello di approvare l'avviso pubblico per raccogliere le manifestazioni di interesse per la nomina del direttore generale dell'ente.
Risorse idriche
CAGLIARI, 26 GIUGNO 2015 - Nicola Sanna, sindaco di Sassari, è stato eletto all'unanimità presidente del Comitato istituzionale d'ambito che si è riunito questa mattina a Cagliari, con la partecipazione dell'assessore regionale dei Lavori pubblici, Paolo Maninchedda, delegato dal presidente Francesco Pigliaru a rappresentare la Regione.

Il Comitato è composto da dieci sindaci designati dal Consiglio delle Autonomie locali: due in rappresentanza dei Comuni capoluogo di provincia, due per i Comuni con popolazione uguale o superiore ai 10mila abitanti, altrettanti per i Comuni con popolazione compresa tra i tremila e i 10mila abitanti, e quattro sindaci dei Comuni con popolazione inferiore ai tremila abitanti. Del Comitato istituzionale d'ambito fa parte di diritto anche il presidente della Regione o un suo delegato.

In base agli esiti delle recenti elezioni amministrative, il Consiglio delle Autonomie locali ieri ha dunque formulato le designazioni per reintegrare il comitato con tre nuovi componenti per garantire l'operatività dell'Ente di governo dell'ambito della Sardegna, istituito lo scorso febbraio con la legge regionale 4. L'Ente di governo dell'ambito è il soggetto regolatore regionale del servizio idrico integrato, la cui attività nazionale è esercitata dall'Autorità per l'energia elettrica, il gas e il sistema idrico.

Il primo atto del nuovo Comitato è stato quello di approvare l'avviso pubblico per raccogliere le manifestazioni di interesse per la nomina del direttore generale dell'ente. La scadenza per la presentazione delle proposte è stata fissata al prossimo 9 luglio. L’avviso sarà pubblicato da lunedì sul sito istituzionale dell'Ente di governo dell’ambito della Sardegna e immediatamente dopo sui principali quotidiani sardi e sul sito istituzionale della Regione. Si ricorda che i requisiti richiesti per la nomina sono quelli previsti dal comma 6 dell’articolo 6 della legge regionale n. 4/2015.