Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Trasporti, collegamento Santa Teresa di Gallura-Bonifacio: verso contratto di servizio delegato alle Regioni

Un accordo tra il governo italiano e francese che consenta di delegare alle Regioni l’esecuzione del contratto di servizio per la tratta Santa Teresa di Gallura - Bonifacio. "Questa è la soluzione alla quale stiamo lavorando", dice l’assessore dei Trasporti Massimo Deiana, impegnato oggi in un doppio vertice a Bruxelles e a Parigi con il suo omologo corso Jean Felix Acquaviva e i rispettivi direttori generali delle strutture.
Bocche di Bonifacio
CAGLIARI, 19 APRILE 2016 - Un accordo tra il governo italiano e francese che consenta di delegare alle Regioni l’esecuzione del contratto di servizio per la tratta Santa Teresa di Gallura - Bonifacio. "Questa è la soluzione alla quale stiamo lavorando", dice l’assessore dei Trasporti Massimo Deiana, impegnato oggi in un doppio vertice a Bruxelles e a Parigi con il suo omologo corso Jean Felix Acquaviva e i rispettivi direttori generali delle strutture. Stamattina i due assessori hanno incontrato prima di tutto i funzionari della Commissione europea della Direzione Trasporti con i quali è stato definito il percorso amministrativo per garantire la stabilità dei collegamenti marittimi tra i due Paesi.

"La Direzione generale dei Trasporti condivide la necessità di tenere in piedi un servizio pubblico anche per le tratte tra isole transfrontaliere appartenenti a stati diversi, come è il caso di Sardegna e Corsica”, continua Deiana. La delegazione si è quindi recata nella capitale francese per definire ulteriormente con il governo di Parigi l’accordo di delega agli enti territoriali competenti.

"Il rapporto di collaborazione tra le due isole, stimolato dalle recenti e reciproche visite dei presidenti Francesco Pigliaru e Gilles Simeoni, sta portando i suoi frutti - conclude l’esponente della Giunta - continuiamo a tappe forzate in questa direzione per salvaguardare il servizio pubblico tra il porto gallurese e quello corso anche dopo l’estate”.